facebook rss

Tragedia a Castelfidardo,
39enne investito e ucciso
sulla statale

LA VITTIMA è Sergio Meloni, di Sirolo, morto sul colpo dopo essere stato falciato da un'auto condotta da un 28enne fidardense. L'impatto, mentre camminava in direzione sud lungo l'Adriatica
Print Friendly, PDF & Email

Sergio Meloni (foto Facebook)

 

Tragico investimento sulla statale 16: muore un 39enne residente a Sirolo. Il cadavere è stato ritrovato sul ciglio della ieri sera, attorno alle 22,30, all’altezza dell’ex discoteca Komedia, in direzione sud. A centrare la vittima, Sergio Meloni, l’auto condotta da un 28enne di Castelfidardo. Stando agli accertamenti eseguiti dai carabinieri della Compagnia di Osimo, il 39enne – originario della Sardegna – stava camminando a bordo strada quando è stato falciato.  La segnalazione della sua presenza è arrivata alla centrale operativa poco prima dell’investimento. Alcuni automobilisti avevano allertato il 112 dopo aver visto una persona barcollare lungo lo strada. Molte vetture avrebbero sfiorato il 39enne, rischiando di centrarlo. Quando i militari si sono messi in moto per andare a controllare, c’era già stato il tragico incidente. Secondo quanto ricostruito dai militari, la vittima, nel primo pomeriggio di ieri, si era presentata al pronto soccorso per dei traumi al volto e alla testa, causati dalla caduta in bicicletta. Dopo aver eseguito la prima visita, mentre era in attesa di ulteriori accertamenti, si è allontanato dall’ospedale di Torrette. Erano circa le 21,30. Un’ora dopo stava passeggiando in strada in direzione sud. Non è chiaro come ci possa essere arrivato: se a piedi, con un passaggio o a bordo della bici. All’altezza del Komedia, lo schianto fatale. L’uomo è morto sul colpo. Inutili tutti gli interventi degli uomini inviati dal 118. Da prassi, sul caso verrà aperto un fascicolo per omicidio stradale a carico del 28enne. L’auto – una Nissan Qashqai – è stata posta sotto sequestro. Il fidardense è risultato negativo all’alcoltest. Ha sostenuto davanti ai carabinieri di non essersi accorto della presenza del sardo, soprattutto a causa della scarsa illuminazione.  l Il corpo della vittima è stato portato all’obitorio di Torrette, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

(fe.ser)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X