facebook rss

Atma/Conerobus,
al via la campagna abbonamenti

ANCONA - Il consorzio del trasporto pubblico locale lancia nuove opportunità attraverso il web e le app. Abbonamenti, è boom: superati i 90mila utenti (+8% in due anni)
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio (Giusy Marinelli)

 

Viaggiare in autobus conviene. All’ambiente perché si limita lo smog da traffico in città, ma anche al portafogli, viste le minori spese per auto e parcheggi. Con Atma/Conerobus, utilizzando pc o smartphone, conviene anche di più. Al via la nuova campagna abbonamenti con la società di trasporto pubblico locale che guida l’innovazione attraverso sconti e promozioni da applicare a tariffe già lasciate invariate rispetto allo scorso anno. Tutte opportunità che sono state presentate ieri mattina nel corso della conferenza stampa alla quale hanno preso parte il presidente di Atma/Conerobus, Muzio Papaveri, l’assessore del Comune di Ancona, Ida Simonella. «Quest’anno – ha spiegato il presidente Papaveri – abbiamo cercato nuovi modi per avvicinare l’utenza. Dobbiamo far conoscere a sempre più cittadini che il bus è un’ottima alternativa al mezzo privato. Vogliamo far conoscere le nostre offerte, le tantissime linee e orari. Con il Comune di Ancona c’è una collaborazione continua per verificare le esigenze e predisporre correttivi, risposte concrete per l’utenza. In molti casi abbiamo modificato i nostri orari per essere in linea con le esigenze delle persone e anche con le coincidenze dei treni». Presente anche Giampiero Piantadosi del Teatro del Sorriso di Ancona, la compagnia teatrale protagonista quest’anno dei simpatici spot televisivi realizzati in città. E se negli anni scorsi era capitato anche al sindaco Valeria Mancinelli di vestire gli insoliti panni del controllore per sostenere l’acquisto del biglietto contro i cosiddetti “portoghesi”, questa volta si punterà a promuovere l’utilizzo del mezzo pubblico con lo slogan “Falla facile, prendi Conerobus” e momenti di quotidianità: la ricerca del distributore più economico, del parcheggio che si fa fatica a trovare, la tutela dell’ambiente (con tanto di riferimento a Greta) attraverso l’uso di mezzo a metano e filobus della rinnovata flotta aziendale. «Il centro cittadino sarà ulteriormente libero da mezzi quando arriverà il futuro anello filoviario che rivoluzionerà l’organizzazione del servizio – ha annunciato l’assessore Simonella – abbiamo Il Comune ha già previsto risorse per avviare fin da subito i lavori appena avremo i progetti esecutivi. Crediamo nel trasporto pubblico. È una voce che pesa sul bilancio comunale per i vari servizi aggiuntivi rispetto a quelli finanziati dalla Regione, ma sulla quale investiamo. E la città risponde: Ancona è tra le prime 10 città d’Italia come utilizzo dei mezzi pubblici». Confermate le tariffe e le agevolazioni per studenti, over 65 e family. È previsto inoltre su alcune card della linea urbana di Ancona uno sconto importante per chi si abbona attraverso i siti www.conerobus.it e www.atmaancona.it. Abbonarsi poi attraverso le app Atma e myCicero dà diritto anche a un cashback rispettivamente di 5 e 10 euro spendibili con le stesse app. Inoltre, grazie alla proposta di Fintel Energia Group, azienda marchigiana di luce e gas, gli abbonati che stipuleranno un contratto avranno fino a due mesi di fornitura gratuita. Non finisce qui. Per gli studenti ci sono anche 40 ingressi omaggio a Mirabilandia, in palio per i primi 20 sottoscrittori di abbonamenti annuali scolastici e per i primi 20 degli abbonamenti semestrali. Nel 2018 Conerobus ha superato i 90mila abbonati, oltre l’8% in più rispetto a due anni fa. Nello stesso lasso di tempo sono aumentati del 20% gli abbonamenti mensili e di oltre il 16% gli annuali. «Sono numeri che non avevamo mai raggiunto – ha aggiunto il presidente Papaveri – ora l’obiettivo è consolidarli. I biglietti in alcuni casi diminuiscono e questo è un buon dato perché significa che sempre più persone passano dal biglietto occasionale all’abbonamento. Per noi risultati buoni e soddisfacenti ma ovvio che vogliamo guardare oltre».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X