facebook rss

Punteruolo killer,
iniziato l’abbattimento delle palme

ANCONA – Gli interventi, affidati a due ditte specializzate, saranno portati a termine entro il 30. Quattro le piante infestate in piazza Cavour, due in piazza Cappelli e una al centro di piazza Stamira. L'assessore Foresi: «non potevamo fare diversamente»
Print Friendly, PDF & Email

 

I lavori per l’abbattimento delle palme

 

Non erano pochi questa mattina gli anconetani che, complice la bella giornata, hanno assistito a malincuore all’abbattimento delle palme secche o prossime al disseccamento provocato dall’infestazione del punteruolo rosso in piazza Cavour. Un’operazione necessaria quanto urgente per evitare il diffondersi dell’infestazione e sopratutto, tutelare le altre palme sottoposte a trattamento e defogliate per far sì che l’antiparassitario usato possa meglio agire. Una ditta specializzata è intervenuta sulle quattro piante di piazza Cavour, una seconda sulle due di piazza Cappelli e su quella al centro di piazza Stamira. Entro la giornata del 30 tutti gli interventi saranno completati.
«Non possiamo fare altrimenti – ha affermato l’assessore alle manutenzioni, Stefano Foresi, che questa mattina, insieme al responsabile del verde comunale, Alberto Compagnucci, ha effettuato un sopralluogo controllando lo stato dei lavori. – Confidiamo di aver fermato con questa operazione il dilagare dell’infestazione. Altre due palme di piazza Cavour, lato Regione, sono ora sottoposte a trattamento nella speranza di poterle salvaguardarle. In collaborazione con il Servizio fitosanitario regionale stiamo facendo tutto il possibile per contrastare questa epidemia che proviene da Paesi africani e asiatici, e che affligge tutte le città italiane ed europee».
La presenza di attacchi di punteruolo rosso si era riscontrata per la prima volta alla fine del 2018 in due palme presenti in piazza Cavour.

A sinistra, l’assessore alle Manutenzioni, Stefano Foresi

Dopo avere informato il Servizio fitosanitario della Regione, è stata effettuata un’ispezione dalla quale risultava che una delle palme non poteva essere recuperata ed è stata successivamente abbattuta. Una seconda palma, riconducibile al periodo della creazione della piazza, mostrava i segni di un primo attacco ed è stata sottoposta a trattamento specifico. Nei mesi a seguire, le palme sono state monitorate costantemente, senza riscontrare nuovi attacchi. Nel frattempo, però, la palma principale, che sembrava dare segni di ripresa in primavera, nel periodo estivo si è disseccata.
Nonostante i tre trattamenti eseguiti durante l’estate, altre tre palme sono state infestate dal coleottero killer, per l’esattezza tra la fine di agosto e il mese di settembre, e non è stato più possibile recuperarle. Stessa sorte per le due palme di piazza Cappelli e di quella al centro di piazza Stamira, che hanno perso completamente la sommità della cima.

(foto di Giusy Marinelli)

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X