facebook rss

Un’unica cerimonia
per dire addio a Ida e Antonio:
«Insieme supereremo questo momento»

FILOTTRANO - Le parole rivolte alla comunità del sindaco Giulioni al funerale dei coniugi vittime dell'omicidio-suicidio della villetta di Sant'Ignazio. Don carlo ai nipoti della coppia: «I vostri nonni saranno sempre con voi e potrete sempre rivolgervi a loro durante la vostra vita»
Print Friendly, PDF & Email

La cerimonia per salutare i coniugi Pireddu

di Leonardo Giorgi

«È un momento difficile, ma vi siamo tutti molto vicini. Sono state due persone che hanno reso un grande servizio alla nostra comunità». Sono le parole commosse del sindaco di Filottrano, Lauretta Giulioni, a chiudere i funerali di Antonio Pireddu, 60 anni, e Ida Creopolo, 59, vittime della tragedia che ha sconvolto la località di Sant’Ignazio lo scorso sabato, quando sono stati trovati privi di vita dal figlio, in camera da letto. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, Antonio avrebbe prima sparato alla moglie con una Revolver calibro 38, immobilizzata da anni a causa di una malattia respiratoria, e poi si sarebbe tolto la vita con la stessa arma. Non sono stati trovati biglietti che potessero spiegare l’estremo gesto, ma i più vicini alla famiglia sanno che la vita dell’ex appuntato della Norm della Compagnia di Osimo girava attorno alla moglie e che spesso parlava delle cose che avrebbero potuto fare insieme, se il terribile male non si fosse messo in mezzo a loro.

Antonio Pireddu e la moglie Ida Creopolo

L’ultimo saluto ad Antonio e Ida si è tenuto questo pomeriggio al cimitero di Filottrano, dove è stata concessa la presenza a un massimo di 50 persone, per via delle norme anti Covid-19. La cerimonia è stata officiata dal parroco Carlo Carbonetti, che ha voluto dedicare buona parte della sua predica ai nipoti della coppia: «Il vuoto lasciato dai vostri nonni c’è e non c’è – ha detto don Carlo -. Perché qui non ci sono più e vi mancheranno. Ma saranno sempre con voi e potrete sempre rivolgervi a loro durante la vostra vita». Tante persone, dentro e fuori dal cimitero, hanno voluto abbracciare la famiglia di Antonio e Ida, entrambi molto amati dalla comunità. Presenti anche i militari dell’Arma dei carabinieri. «Antonio e Ida hanno fatto tanto per gli altri e noi li abbiamo sempre amati» ha ricordato don Luigi Pesaresi, parroco della località di Sant’Ignazio. «Tutti insieme riusciremo a superare questo momento – ha concluso il sindaco Giulioni – perché anche quando non si comprendono bene le azioni delle persone, noi siamo comprensivi con tutti. Sappiate che potete contare su di noi. Ora è il momento di contare ognuno sull’altro».

Morte dei coniugi a Filottrano: fissati i funerali di Antonio e Ida

Due spari per cancellare l’agonia: Antonio e Ida morti uno accanto all’altra Disposta l’autopsia sui corpi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X