facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

A Senigallia lo stabilimento
a misura di disabile

SPIAGGIA - Allo chalet Senigallia Beach 63 carrozzine per facilitare la mobilità in acqua, ombrelloni e lettini con caratteristiche specifiche, un sollevatore e passerelle per agevolare la mobilità sui percorsi dedicati al raggiungimento della battigia
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

 

L’amministrazione comunale ha assegnato in comodato d’uso allo stabilimento balneare Senigallia Beach 63 una serie di attrezzature per abbattere le barriere architettoniche e favorire l’accesso in spiaggia di persone affette da disabilità. Tali strumentazioni sono state acquistate grazie al contributo ottenuto dal Comune di Senigallia con la partecipazione a un apposito bando emesso dalla Regione Marche. L’assegnazione è avvenuta tramite avviso pubblico. Si tratta in particolare di carrozzine per facilitare la mobilità in acqua, ombrelloni e lettini con caratteristiche specifiche, un sollevatore e passerelle per agevolare la mobilità sui percorsi dedicati al raggiungimento della battigia. «Un bel segnale concreto – commenta il sindaco Maurizio Mangialardi – che come Amministrazione abbiamo voluto dare cogliendo l’opportunità offertaci dalla Regione Marche per potenziare ulteriormente l’azione che da anni ci vede impegnati a rendere sempre più accessibile, sostenibile e inclusiva la città e il suo litorale. Un ringraziamento speciale va all’associazione “Il Giardino dei Bucaneve”, sempre in prima linea per lo sviluppo di importanti progetti volti a risolvere le problematiche della disabilità, la cui azione ha contribuito a ispirare il bando regionale». «Ringraziamo anche lo stabilimento Senigallia Beach 63 – aggiunge il vicesindaco Maurizio Memè – per l’attenzione e la sensibilità dimostrate con l’adesione al progetto che permetterà di migliorare l’accessibilità all’area adibita alla balneazione da parte di persone con disabilità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X