facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Addio all’avvocato Mauro Olivanti,
paladino dei diritti dei disabili

SENIGALLIA - Socio dell’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare e figura di spicco dei Dolphins, team di hockey in carrozzina, si è spento all'età di 51 anni. I funerali sono stati fissati alle 10 di domani alla chiesa del Cesano
Print Friendly, PDF & Email

Mauro Olivanti

 

«Mauro Olivanti, avvocato, un grande uomo, buono, mite, intelligente difensore dei diritti propri della disabilità, competente e umano educatore pedagogico carcerario, nostro grande, fidato amico, ci ha lasciato, improvvisamente, lasciando un vuoto incolmabile». Sono le parole che caratterizzano uno dei tanti ricordi social lasciati nelle ultime ore per ricordare Mauro Olivanti, morto ieri all’età di 51 anni. 
Costretto su una sedia a rotelle, avvocato e funzionario giuridico pedagogico nel carcere di Ancona, nella sua vita si è sempre  battuto per i diritti dei disabili. E’ stato anche socio dell’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare dorica nonché tra coloro che vollero fortemente la squadra sportiva di hockey club in carrozzina dei Dolphins. Alle amministrative di Senigallia del 2015, si era candidato con Obiettivo Comune per continuare a dar voce a chi è affetto da disabilità. Proprio i Dolphins hanno voluto ricordarlo con queste parole: «Se ne va un altro pezzo di noi – scrivono nella pagina ufficiale di Facebook -, oggi Mauro Olivanti, storico fondatore e primo capitano dei Dolphins, ci ha lasciato. Con Francesco Pesaresi, Antonio Vitale ed altri pionieri sognatori aveva contribuito a rendere realtà proprio quel sogno: i Dolphins. Se ne va colui che per primo ha creduto e amato i nostri colori, colui che per primo ha indossato quella fascia da capitano, colui che tra i primi ha sfidato pregiudizi e difficoltà affermando che sì, tutti possono fare sport! Anche grazie a lui molti di noi si sono innamorati del nostro sport, anche grazie a lui oggi siamo quello che siamo: tanti ragazzi che sono considerati atleti. Noi tutti ci uniamo al dolore della sua famiglia e dei sui amici. Oggi, quell’hockey un po’ romantico dei primi anni ha perso qualcuno di importante. Ciao Mauro, grazie di averci regalato questo nostro sogno. I tuoi Dolphins».
Nativo di Arcevia, abitava al Cesano di Senigallia dove è morto ieri mattina e dove, da questo pomeriggio è possibile dargli un saluto nella sua abitazione in via Adriatica Nord 226/B mentre i funerali si svolgeranno domani, alle 10, nella chiesa del Cesano. Tantissimi i messaggi di cordoglio postati sulla sua pagina personale.  «Con grande cordoglio – scrive l’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare Sezione di Ancona Onlus – la Uildm Ancona si stringe al dolore della famiglia di Mauro Olivanti, scomparso oggi. Socio storico della nostra sezione, particolarmente attivo negli anni 90 quando ricoprì la carica di vicepresidente della Sezione e fu tra i promotori del gruppo sportivo Dolphins. Persona pragmatica, calma e sempre disponibile – ricordano -, fulcro della nostra Associazione in quegli anni, lascia un ricordo meraviglio nel cuore di tutti coloro che hanno avuto l’onore di conoscerlo. Un abbraccio alla sua famiglia che lo sosteneva nelle sue mille attività. Ciao Mauro». Messaggi, ricordi, pensieri ricchi di emozioni che si alternano alle poesie che Olivanti amava scrivere e che aveva come passione. L’ultima, postata appena due giorni fa, si intitola “L’ingiustizia”: «Nel cuore alberga un’emozione / un sentimento di delusione / che sgorga come un’esplosione, /
l’amarezza e la sete di giustizia / tra rabbia e mestizia / (Mauro Olivanti)»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X