facebook rss

Sconfitto dalla malattia a 54 anni:
Jesi piange Roberto Vitali

L'AUTISTA delle Autolinee Crognaletti è deceduto la scorsa notte nella sua abitazione. Sabato i funerali nella chiesa Madonna del Divino Amore. Il messaggio di cordoglio dell'azienda
Print Friendly, PDF & Email

Roberto Vitali

 

Consumato e ucciso a 54 anni da una malattia incurabile, dopo sofferenze e ricoveri ospedalieri. E’ finito la notte scorsa il calvario di Roberto Vitali, autista storico delle Autolinee Crognaletti di Jesi, deceduto nella sua abitazione. La moglie Laura Capecci gli è rimasta accanto fino alla fine. La salma è stata composta nella Sala del Commiato Ciccoli e Brunori in Via Don Battistoni, 2/a di Jesi e sarà disponibile alle visite dalle 8.30 di domani, venerdì 30 luglio. I funerali si svolgeranno sabato 31 luglio alle ore 10 nella chiesa Madonna del Divino Amore di Jesi. Poi Roberto riposerà per sempre al cimitero cittadino. I suoi cari hanno chiesto di ricordarlo non fiori ma opere di bene a favore dello Iom. Un doloroso lutto che sconvolge chi l’ha conosciuto ed apprezzato, anche molti studenti e sportivi impegnati negli anni nelle trasferte di campionato, e che segna la grande famiglia delle Autolinee Crognaletti dove il 54enne lavorava da molti anni ed era diventato un punto di riferimento. «Era molto più di un collaboratore. – si legge nel messaggio di addio dell’azienda – Certe persone lasciano un segno indelebile. È difficile pensare di non vederti più tra i pullman, chiamarti per un consiglio e arrivare ogni giorno con una macchina “nuova”! Ci mancherai Robi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X