facebook rss

L’asilo delle suore rischia di chiudere:
il Comitato di Offagna raccoglie fondi

CONTI IN ROSSO - Una delegazione incontrerà il commissario prefettizio per avere chiarimenti sul bilancio di previsione 2017. Nel frattempo si studia un progetto per dare sollievo all'asilo privato delle religiose di Santa Zita, in difficoltà senza i contributi pubblici limitati dal dissesto finanziario del Comune
giovedì 19 gennaio 2017 - Ore 17:30
Print Friendly, PDF & Email

Il Comune di Offagna

Il nuovo commissario prefettizio del Comune di Offagna, Michele Basilicata, ha accettato di incontrare a breve una delegazione del Comitato per il bene di Offagna per fornire tutti i chiarimenti sul prossimo bilancio di previsione. A giugno 2017 il borgo medievale andrà al voto per eleggere il nuovo sindaco ed il consiglio comunale. E’ ormai noto che sulle casse comunali del borgo medievale grava il pagamento del risarcimento danni di oltre un milione di euro riconosciuto alla famiglia del piccolo Amos Guzzini dal Tribunale civile di Ancona e per questo, a marzo 2016, il Comune è stato dichiarato in dissesto finanziario.

Ma i conti pubblici sono in sofferenza anche per altre situazioni. Dalla relazione dei Revisori dei conti in sede di approvazione del rendiconto 2015 sono spuntati fuori altri debiti per il Comune, dichiarati fuori bilancio, per circa 630mila euro e per legge, non essendo stato rispetto del patto di stabilità 2015, l’ente, come altri Comuni delle Marche, è stato multato dal Ministero dell’Interno con una sanzione di 300.000 euro. Un quadro economico-finanziario difficile che ha imposto, per forza maggiore, un giro di vite sui contributi comunali destinati alle associazioni e alle istituzioni, anche alla scuola materna privata gestita dalla suore di Santa Zita che ora rischia di chiudere.

Una riunione del Comitato per il bene di Offagna

“Il commissario Basilicata – scrive in una nota il Comitato – si è riservato di stabilire un incontro non appena saranno resi disponibili tutti gli elementi conoscitivi idonei alla formulazione delle indispensabili ipotesi programmatiche. Ci auguriamo come scritto in risposta allo stesso commissario che l’acquisizione di tali elementi venga svolta in tempi celeri per consentire di svolgere l’incontro al massimo entro la fine del mese di gennaio al più i primi giorni di febbraio”.

Nel frattempo questo gruppo di cittadini volenterosi sta lavorando ad un progetto con la raccolta fondi per dare sollievo all’asilo gestito dalle suore che rischia di chiudere senza il supporto pubblico. “Speriamo di contribuire e a dare un pò di sollievo economico all’ Istituto Santa Zita così caro agli offagnesi. Ribadiamo infine – chiude la nota – che sono ben graditi tutti gli spunti che i cittadini volessero offrire al Comitato in termini di idee e progetti per provare a migliorare l’attuale situazione di crisi del nostro paese”.

(m.p.c)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X