facebook rss

Caccia ai ‘furbetti’
della raccolta differenziata

CAMERANO - Partiti i controlli della Pm di Camerano per verificare una corretta gestione dello smaltimento rifiuti. L'assessore Renato: "Abbiamo riscontrato criticità sull’uso di buste non conformi o su rifiuti non differenziati correttamente, sul conferimento di rifiuti in giorni e fasce orarie non previste o al di fuori dagli appositi bidonii”. Multe salate per i contravventori
martedì 31 gennaio 2017 - Ore 13:23
Print Friendly, PDF & Email

I controlli svolti dalla Polizia locale di Camerano uslla raccolta rifiuti

Sono partiti i controlli congiunti tra Polizia Locale ed Autorità Territoriale d’Ambito per verificare gli abbandoni e il conferimento dei rifiuti sul territorio di Camerano. “I controlli che sono stati pianificati secondo una precisa calendarizzazione, saranno effettuati in base alle segnalazioni effettuate dai cittadini e dalla ditta incaricata alla raccolta – fa sapere l’assessore Costantino Renato – ci saranno poi delle ispezioni in quei luoghi dove più frequentemente constatiamo problemi sui conferimenti e cioè condomini ed imprese, infine potrebbero essere effettuate anche delle verifiche a campione. Nelle settimane scorse, purtroppo, abbiamo riscontrato alcune criticità dovute all’uso di buste non conformi o a rifiuti non differenziati correttamente, al conferimento di rifiuti in giorni e fasce orarie non previste o al di fuori dagli appositi bidoni, oltre all’abbandono immotivato di buste all’interno di cestini gettacarte o sulla banchina di alcune strade Comunali”.

L’assessore Costantino Renato

Va precisato però che la maggior parte dei cameranesi gestisce la raccolta differenziata dei rifiuti con gran senso civico. La ditta Rieco nelle prossime settimane non effettuerà la raccolta di tutti quei conferimenti che riterrà non conformi (verrà apposto un bigliettino con la motivazione del mancato ritiro) che saranno segnalate all’Autorità Territoriale d’Ambito e al Comune. Se l’utente non effettuerà delle azioni correttive, a seguito di ulteriore ispezione, potrebbe essere sanzionato.

LE SANZIONI – Chi abbandona o deposita rifiuti ovvero li immette nelle acque superficiali o sotterranee è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 105 euro a 620 euro; se l’abbandono di rifiuti sul suolo riguarda rifiuti non pericolosi e non ingombranti si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da 25 euro a 155 ero; per tutte le violazioni del Regolamento Comunale di Gestione dei Rifiuti Urbani, nei casi in cui non sia prevista una sanzione specifica dal D.Lgs. 152/2006 e s.m.i., nonché da altre norme statali o regionali, si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da 77 euro a 500 euro. In alcuni situazioni specifiche potrebbero partire anche procedimenti di natura penale. (Info: Ata Rifiuti Tel 0731200969 – 073159804; Rieco Numero Verde 800277999).

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X