facebook rss

Sì a matrimoni e fiori d’arancio
nella chiesa di San Francesco

CAMERANO - Sciolto il rebus che gravava sul diniego per i nubendi di convolare a nozze dell'edificio sacro di proprietà del Comune di Camerano. Nel rispondere all'interrogazione di Lorenzo Rabini (Operazione futuro), il sindaco Annalisa Del Bello ha confermato che davanti all'altare dell'edificio sacro potranno scambiarsi gli anelli le coppie che lo desiderano
giovedì 23 febbraio 2017 - Ore 17:17
Print Friendly, PDF & Email

La chiesa di San Francesco a Camerano

La storia della chiesa di San Francesco preclusa a futuri sposi di Camerano, era emersa qualche settimana fa e aveva lasciato esterrefatti molti producendo un forte impatto sull’opinione pubblica. A sollevarla era stato il consigliere di minoranza Lorenzo Rabini (Operazione Futuro) che aveva raccolto il malcontento di una coppia di nubendi alla quale era stato negato di convolare a nozze, nel giorno più bello della vita, davanti all’altare di questo edificio di culto di proprietà del Comune di Camerano. Rabini aveva presentato un’interrogazione per ottenere spiegazioni sul diniego e ieri sera, il sindaco Annalisa del Bello (Pd) ha risposto in consiglio comunale, fornendo notizie rassicuranti: nella chiesa di San Francesco ci si può sposare.

Lorenzo Rabini

“Il sindaco ha confermato che per alcune problematiche “tecnico-organizzative” la parrocchia aveva invitato gli sposi che avevano richiesto la chiesa di San Francesco a celebrare piuttosto il rito nella Chiesa parrocchiale. Ha però garantito che d’ora in poi San Francesco (luogo di culto non certo sconsacrato) potrà continuare ad essere anche la Chiesa dove molti sognano di vivere la liturgia ‘matrimoniale’” fa sapere soddisfatto il consigliere Rabini che ringrazia la prima cittadina di Camerano per la sensibilità con la quale ha risolto il problema e anche il parroco della città, don Aldo Pierini per aver superato l’impasse. Il primo matrimonio dell’anno nella chiesa di S.Francesco sarà celebrato il prossimo 10 giugno.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X