facebook rss

Lutto ad Offagna:
è morto Liberato Breccia,
ex infermiere del Crass di Ancona

Aveva 76 anni ed era conosciuto anche per la sua attività in Consiglio comunale dal 1995 al 2000. Aveva lavorato per tanti anni all'ex ospedale psichiatrico ed è stato dirigente dell'Offagna Calcio
venerdì 24 febbraio 2017 - Ore 19:16
Print Friendly, PDF & Email

Offagna

Per tutta la vita ha regalato sorrisi ai pazienti in cura e ai suoi concittadini di Offagna. La malattia che aveva cercato di arginare negli altri, lo tormentava ormai da tempo e nel primo pomeriggio di oggi, attorno alle 13, ha avuto il sopravvento. Liberato Breccia, ex infermiere dell’ex ospedale psichiatrico di Ancona (l’ex Crass), se n’è andato all’età di 76 anni nella sua abitazione di Offagna circondato dai suoi affetti. Un destino ingrato gli ha inflitto di vivere la sofferenza che lui stesso aveva spesso incontrato negli occhi dei malati, curati e incoraggiati a guarire anche con quel suo modo scherzoso di fare.

Con la sua morte scompare un’altra figura storica del borgo medievale. Liberato ‘de Gregorio’ (Gregorio era suo padre), come lo conoscevano tutti in paese, era figlio di un sarto ma proveniva da una famiglia di barbieri e nella bottega dello zio, come Figaro aveva iniziato le sue prime esperienze lavorative. Anche dopo essere andato in pensione e aver appeso la divisa da infermiere al chiodo, aveva sentito il bisogno di essere ancora utile sotto il profilo professionale e si prodigava a misurare la pressione a chi glielo chiedeva e a dispensare consigli pratici. Dal 1995 al 2000 era stato consigliere comunale di una lista civica e negli anni precedenti, da amante dello sport qual era, anche nella dirigenza della vecchia Offagna Calcio.

Liberato Breccia in camice da barbiere agli esordi della sua carriera lavorativa, nel negozio dello zio

La notizia della sua scomparsa ha sconvolto i 1900 abitanti di Offagna e tante sono state le attestazioni di affetto giunte alle moglie Elda Santilli e ai figli Giovanna, Margherita che ha preso il velo e i voti da suora di clausura, e Paolo, come i messaggi di cordoglio postati su social media da chi lo conosceva. “Una persona speciale arriva in punta di piedi, in silenzio – hanno scritto sul gruppo ‘Noi Offagnesi veri’ – È sempre disponibile con il prossimo, instancabilmente. Il suo sorriso è sempre ricco di storia e d’amore, per il suo paese e la sua gente. Poi quando ci lascia c’è un gran rumore nell’animo di chi l’ha conosciuto e stimato”.

I funerali saranno officiati domani, 25 febbraio, nella Chiesa del Ss Sacramento di Offagna alle 15. Poi la salma ripoeerà nel cimitero di Offagna.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X