facebook rss

Gianni Genga torna a Macerata:
nuovo direttore per tre ospedali,
l’Inrca senza guida

SANITA' - La commissione tecnica ha scelto per ricoprire l'incarico il dg dell'ospedale geriatrico di Ancona. Se accetterà, dal primo marzo, la struttura della Montagola resterà senza manager. Genga sarà a capo del presidio unico che comprende i nosocomi di Macerata, Civitanova e di San Severino
venerdì 24 febbraio 2017 - Ore 19:06
Print Friendly, PDF & Email

Gianni Genga

Gianni Genga è il nuovo direttore sanitario degli ospedali dell’Area vasta 3. È il direttore generale dell’Inrca di Ancona e sanitario dell’ospedale del capoluogo l’atteso direttore “unico”, di Civitanova, Macerata e San Severino. Tre strutture che per la legge sono una sola a livello organizzativo già dall’anno scorso ma che fino a oggi avevano avuto tre teste al comando (oltre a Genga, sostituito ad interim da Maria Rita Mazzoccanti, c’erano Giovanna Faccenda per San Severino e Massimo Palazzo per Civitanova). Un’empasse di spesa e di organizzazione su cui più volte il sindaco di Macerata Romano Carancini aveva chiesto di intervenire con la scelta di un solo direttore sanitario che potesse garantire una visione d’insieme al complesso sistema sanitario locale. Per decidere il direttore di Area vasta 3, Alessandro Maccioni, ha affidato la selezione ad una commissione tecnica che ha deliberato il 21 febbraio indicando il nome di Genga sulla base della formazione e delle esperienze. Genga dovrebbe firmare il contratto il primo marzo. Se accetterà l’incarico dovrà dimettersi dalla posizione che ricopre ad Ancona. Un altro imprevisto per il geriatrico ed ente di ricerca di via della Montagnola, già alle prese con la difficile integrazione con l’ospedale di Osimo (leggi l’articolo) e con il cantiere della nuova sede dell’Aspio bloccato dalla guerra di contenziosi legali tra le imprese appaltatrici (leggi l’articolo).

(Fe. Nar.)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X