facebook rss

Le rubano il surf, i carabinieri
lo ritrovano in vendita su internet

NUMANA - La ragazza di Castelfidardo aveva denunciato il furto dell'attrezzatura a settembre 2016. Denunciato per ricettazione un 36enne di Ancona
venerdì 31 Marzo 2017 - Ore 14:46
Print Friendly, PDF & Email

Le tavole da surf  rubate e rintracciate nella Rete dai cyber-carabinieri di Numana

Le rubano l’attrezzatura da surf alla fine dell’estate 2016, la ritrovano i carabinieri in vendita su un sito online e gliela restituiscono.  Stamattina alle 10 a conclusione di articolate indagini, i carabinieri di Numana hanno denunciato per il reato di ricettazione un 36enne residente ad Ancona ma nativo di Ascoli Piceno, D.L.D. A seguito di una perquisizione domiciliare delegata, il giovane è stato infatti trovato in possesso di tavole, vele, boma ed alberi, il cui furto era stato denunciato da una 27enne di Castelfidardo il 17 settembre 2016. L’attrezzatura trafugata era stata messa in vendita su un noto portale web di compravendite, monitorato dai carabinieri. Una volta riconosciuta la refurtiva anche dalla vittima, le tavole da surf sono state restituite alla legittima proprietaria.

Sono stati giorni di intenso lavoro per i militari della stazione di Numana che in collaborazione con i colleghi di Camerano, hanno chiuso diversi casi. Aveva 11 grammi di hashish, nascosti nel taschino della giacca e di una bilancina elettronica di precisione nella camera da letto della propria abitazione. I carabinieri di Numana li hanno sequestrati alle 17.30 circa di ieri, denunciando, al termine delle indagini, per detenzione illegale di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio il 40enne P.P., nato a Loreto ma residente a Numana, già noto alle forze dell’ordine. Controllato nella frazione Marcelli, in via Bologna, l’uomo è stato sottoposto a perquisizione personale e domiciliare e poi denunciato.

foto d’archivio

Sempre ieri, alle 19 circa di ieri, gli stessi militari, hanno denunciato per lo stesso reato una coppia di giovani, conviventi e con problemi di droga alle spalle. Si tratta di A.P. 21 anni nato ad Ancona ma residente a Sirolo e C.I. 24 anni, nata ad Ancona ma residente a Numana, di fatto domiciliata in Sirolo. Dopo una perquisizione domiciliare nell’abitazione di Sirolo, i due erano stati trovati in possesso di 0,6 grammi di marijuana e 5,50 grammi di ‘Mnma’ suddivisa in 19 dosi, nonché della somma di 120 euro ritenuta provento di spaccio dai carabinieri. Lo stupefacente è stato sequestrato, mentre il denaro versato su un libretto di deposito giudiziale. Per i due giovani è anche scattata la proposta per l’irrogazione della misura di prevenzione dell’avviso orale, inoltrata alla Questura di Ancona.

Stamattina alle 4.30 circa invece, nel corso del controllo del territorio, i carabinieri numanesi e del radiomobile osimano, hanno denunciato per guida in stato di ebrezza alcolica in orario notturno M.D. operaio 35enne incensurato, nato ad Ancona ma residente a Numana. Controllato lungo via Litoranea alla guida di una Fiat Tipo, il giovane è apparso in evidente stato di ubriachezza, tanto da richiedere l’assistenza dei militari che lo hanno sottoposto all’accertamento alcolemico che ha dato esito positivo per il valore illegale di 1,47 g/l (il limite di legge è 0.50 m/l). Oltre alle denuncia, al giovane è stata ritira la patente di guida.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X