facebook rss

Via Loretana, al via i lavori
per il passaggio pedonale

CAMERANO - La strada non è servita da un marciapiede ed è stata pensata questa soluzione per gli anziani, le mamme con le carrozzine, i ragazzi che la percorrono a piedi
mercoledì 19 Aprile 2017 - Ore 13:32
Print Friendly, PDF & Email

Il passaggio pedonale in via Loretana, a Camerano

Sono partiti i lavori per la realizzazione di un passaggio pedonale nel tratto che scende dal Campo Sportivo a Piazza Aldo Moro. A Camerano già da tempo si stava pensando alla creazione di un passaggio pedonale, in quanto nel tratto di strada interessato non esiste un marciapiede, a differenza delle zone più a valle, pur essendo una via urbanizzata ed interessata da un gran traffico di autoveicoli.

“Il traffico elevato – spiega l’assessore Costantino Renato – è dovuto al fatto che la via si incanala verso le zone produttive/commerciali e raggiunge Osimo, Castelfidardo le località balneari di Sirolo, Numana, Porto Recanati e tutta l’area Sud di Ancona; il via vai di automezzi è continuo, 365 giorni l’anno a tutte le ore. Per gli anziani, le mamme con le carrozzine, i ragazzi ed i pedoni in genere percorrere quel tratto di strada è da tempo diventato pericoloso, considerando che le auto parcheggiate a lato della carreggiata, occupando tutto lo spazio della banchina, costringono i passanti a transitare sulla sede stradale invadendo la corsia destinata al traffico veicolare. La situazione si è ulteriormente aggravata negli ultimi mesi a causa del maggior afflusso di pubblico e atleti al campo sportivo”.

Fatto il quadro della situazione, valutati i rischi ed attuato un periodo di sperimentazione, si è quindi deciso di realizzare in modo definitivo un passaggio ad uso esclusivo dei pedoni con ovviamente lo spostamento di tutte le auto in sosta nella vicina Piazza Aldo Moro. Al momento si sta studiando la realizzazione di altri tratti pedonali su altre aree del territorio Comunale al fine di poter facilitare lo spostamento a piedi dei cittadini.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X