facebook rss

Il Comando Carabinieri Forestale
resta nella sede
del Parco del Conero

SIROLO - Il personale confermato è formato da una squadra di 5 militari coordinata dal maresciallo Andrea Visconti
lunedì 8 Maggio 2017 - Ore 12:33
Print Friendly, PDF & Email

L’incontro a Parco del Conero con il comandante dei carabinieri forestale Mari

Il Comando Carabinieri Forestale Conero (già Corpo Forestale dello Stato), nonostante il recente accorpamento al corpo militare dei carabinieri, rimarrà con la sede al piano terra dello stabile del Parco del Conero che lo ospita da anni, in via Peschiera 30 a Sirolo. Lo ha comunicato il nuovo comandante regionale del Corpo Carabinieri Forestale, Fabrizio Mari, in una visita istituzionale all’ ente. Il comandante regionale ha riconfermato quindi la postazione e il prosieguo dei rapporti stretti con il Parco, con le stesse funzioni di prima. Si tratta della tutela ambientale e del controllo in territorio protetto. Il personale riconfermato è formato da una squadra di 5 militari coordinata dal maresciallo Andrea Visconti.

Il presidente del Parco Gilberto Stacchiotti ed il direttore Marco Zannini, presenti all’ incontro, hanno ringraziato l’alto ufficiale per il lavoro svolto ad oggi, sempre nella massima collaborazione, per la presenza sul territorio in risposta ai cittadini ed alla vigilanza dell’ Ente. ‘Si rafforza la sinergia tra ente parco e Carabinieri /Forestali –commenta l’incontro Stacchiotti- ancora più vicini per gli obiettivi comuni, l’interesse e l’azione sul territorio protetto, il lavoro sul campo della gestione e la salvaguardia ambientale. Inoltre e soprattutto, perché il comando forestale Conero resta fisicamente presso la sede del parco. Si ringrazia il comandante regionale del Corpo Carabinieri Forestale, Fabrizio Mari, per questa visita particolarmente apprezzata e significativa che ci aiuta a guardare al futuro del parco con maggiore ottimismo. Il presidio del territorio resta una questione strategica e, insieme si ottengono risultati importanti’.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X