facebook rss

Telefonino rubato e truffa online:
tre nei guai

NUMANA - I carabinieri, a seguito di due indagini distinte, hanno denunciato un anconetano di 41 anni e una nigeriana di 21 anni perché in possesso di un cellulare rubato. Scoperta anche un raggiro online, a danno di un 29enne del luogo
giovedì 25 Maggio 2017 - Ore 17:46
Print Friendly, PDF & Email

Trovati in possesso di un telefonino rubato quasi un anno fa, vengono denunciati in stato di libertà per il reato di ricettazione in concorso. A conclusione di articolare indagini tecnologiche i carabinieri di Numana nella tarda mattinata di ieri hanno denunciato l’anconetano R.A., 41 anni, già noto alle forze dell’ordine e T.J. nata in Nigeria e domiciliata a Fermo, di 21 anni, incensurata, entrambi disoccupati. I militari hanno raccolto gravi ed inconfutabili indizi sull’utilizzo illecito di un telefono cellulare rubato a Numana il 4 agosto 2016 ad una 59enne di Porto Recanati. Refurtiva del valore di circa 400 euro recuperata dopo una perquisizione domiciliare delegata dall’autorità giudiziaria e restituita alla legittima proprietaria.

Nel pomeriggio di ieri, gli stessi militari di Numana hanno denunciato sempre in stato di libertà ma per il reato di truffa, V.G., nato e residente a Pistoia, 44 anni, sposato e già noto alle forze dell’ordine. Con artifici e raggiri l’uomo era riuscito a farsi accreditare da una 29enne di Numana, 500 euro sulla propria carta di credito ricaricabile Postepay, grazie all’inserzione di vendita di autovettura su un noto sito di compravendite online, di fatto risultata inesistente. Il 44enne si era poi reso irreperibile dopo aver incassato il denaro.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X