facebook rss

Angelino Alfano ad Elica:
“Il meglio che l’Italia possa offrire”

FABRIANO - Il leader di Alternativa popolare presente all'inaugurazione del laboratorio Epl dell'azienda guidata da Francesco Casoli. "Ricercatori, ingegneri e studenti potranno sperimentare e innovare con noi". Il ministro, prima di arrivare, ha incontrato Matteo Renzi per discutere sulla nuova legge elettorale: "Posizioni distanti, ma non so se nei confronti nel Pd sia più grave la minaccia di fare cadere il Governo o quella di farlo durare"
lunedì 29 Maggio 2017 - Ore 21:41
Print Friendly, PDF & Email

Il ministro degli esteri, Angelino Alfano, nell’azienda Elica di Fabriano

 

Da sinistra a destra, il presidente di Elica, Francesco Casoli, il ministro Angelino Alfano e il sindaco di Fabriano, Giancarlo Sagramola

 

di Leonardo Giorgi

«L’avventura di Elica e del presidente Francesco Casoli rappresenta il meglio che l’Italia possa offrire, perché è fatta di tradizione, innovazione e visione globale». Il ministro degli esteri Angelino Alfano commenta così l’apertura degli spazi dell’Elica propulsion laboratory (Epl), laboratorio all’avanguardia costruito nella sede dell’azienda a Fabriano che si sviluppa su oltre 2mila metri quadri e che ha richiesto un investimento complessivo di circa 5 milioni di euro. Il ministro Alfano, dopo una giornata di numerosi impegni istituzionali, è arrivato in azienda per il taglio del nastro del nuovo settore di Elica. Non un semplice laboratorio per testare le classiche cappe da cucina o gli altri prodotti più recenti dal gruppo. Ma uno spazio che vuole rappresentare «non tanto il rilancio di questo territorio – spiega il presidente Casoli -, casomai un vero e proprio lancio. Da nessuna parte si trova un laboratorio del genere».

Il taglio del nastro dell’Elica propulsion laboratory, nome ispirato al Jet propulsion laboratory della Nasa

Macchina per i test sull’aspirazione dell’aria

 

L’Epl è infatti un centro all’avanguardia a livello globale, in grado di certificare prodotti innovativi, rispondenti alle principali normative mondiali in materia di sicurezza, risparmio energetico e compatibilità elettromagnetica. Il laboratorio è utilizzabile anche da qualunque altra azienda per qualsiasi tipo di elettrodomestico o materiale. L’Epl verrà infatti utilizzato da aziende leader nel settore dell’elettronica, della refrigerazione o addirittura della segnaletica stradale o dell’isolamento acustico in edilizia. E proprio per quanto riguarda l’isolamento acustico, l’Elica ha fatto le cose in grande. Insieme all’Università di Ferrara, è riuscita a costruire una struttura unica al mondo all’interno del laboratorio: una camera costruita in cemento armato dove, all’interno, il silenzio è praticamente assoluto ed è possibile testare la rumorosità di prodotti grandi fino a 4 metri cubi.

Gli spazi dell’Epl adibiti ai test elettromagnetici

 

 

Test sulle emanazioni elettromagnetiche dei prodotti

 

Ma il nuovo laboratorio dell’Elica va oltre tutto questo. L’Epl è a tutti gli effetti un “open laboratory”, dove giovani ingegneri, ricercatori e studenti potranno usufruire in modo gratuito degli spazi della struttura, sotto la supervisione e la guida dei tecnici Elica. «Aziende e giovani universitari potranno sperimentare e innovare da noi – evidenzia il presidente Casoli -. In un momento storico come quello attuale riteniamo che sia importante mettere a disposizione del Sistema Italia uno spazio di eccellenza per la ricerca e l’innovazione». Un aspetto sottolineato anche dallo stesso ministro Alfano, che dopo il taglio del nastro ha visitato il laboratorio insieme allo staff di Elica. «La visione di Elica – commenta – è quella di chi dice che se vuoi realizzare un nuovo prodotto devi prima avere una nuova idea. E quell’idea non è sufficiente perché quell’idea ha bisogno di sperimentazione. E la stessa sperimentazione ha bisogno di luoghi, laboratori, centri che permettano di affinare quell’idea e farla diventare prototipo. E questo è quello che ha deciso di fare Francesco (Casoli ndr). Lo ha fatto con coraggio visionario perché investire nella pura sperimentazione di nuovi prodotti e nell’innovazione ti dà anche il rischio di perdere l’investimento fatto. Per questo lo ringrazio  per questa dimostrazione di un’Italia che gioca e vince».

A margine dell’inaugurazione dell’Epl, il ministro Alfano è intervenuto sulla formulazione della nuova legge elettorale, questione per cui nelle ultime ore ha incontrato Matteo Renzi, segretario del Partito democratico. «Le posizioni rimangono molto distanti – spiega il leader di Alternativa popolare -, spero si possano riavvicinare nei prossimi giorni anche se penso che ormai il tempo vada spirando in questo senso. Abbiamo convocato la direzione di Ap il primo giugno e in quella sede prenderemo le nostre decisioni. Non si trattano di scelte semplici, quindi ci rifletteremo bene. Noi comunque non facciamo minacce sulla solidità del governo – conclude -, anche perché non so se nei confronti nel Pd sia più grave la minaccia di fare cadere il Governo o quella di farlo durare».

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X