facebook rss

Il giorno dopo la protesta
di Osimo Stazione, Bordoni:
“Lo smog non ha colore politico”

OSIMO - La consigliera comunale e provinciale di minoranza punta l'indice contro la mancata partecipazione dei rappresentanti delle istituzioni alla manifestazione del comitato che tutela la salute dei residenti delle due frazioni osimane
martedì 30 maggio 2017 - Ore 20:19
Print Friendly, PDF & Email

Un momento della manifestazione anti-smog di ieri a Osimo Stazione

La consigliera Monica Bordoni durante la protesta pacifica dei residenti della frazione osimana

“Lo smog non ha colore politico”, sostiene la consigliera comunale e provinciale Monica Bordoni che ieri pomeriggio ha partecipato alla manifestazione di protesta del Comitato di Osimo Stazione-Abbadia (leggi l’articolo). “In consiglio provinciale – ricorda la consigliera – abbiamo approvato una mozione per la deviazione del traffico pesante nella A14 tratto Ancona Sud/Portorecanati, all’unanimità, benchè ricopro un ruolo all’opposizione, proprio perchè il problema è trasversale , esiste , è concreto, va rilevato bisogna fare fronte comune per arrivare ad altri livelli e farsi ascoltare, poi ci possono essere strategie politiche diverse per raggiugnere un obiettivo comune”.

Secondo la Bordoni “Ad Osimo questo non accade perché lo smog sembra non interessare al Pd Locale, ne’ al consiglio di quartiere della frazione. Migliaia di cittadini lasciati in balia dello smog senza toccare le sensibilità di chi a livello locale ci amministra”. Sebbene invitati nessun rappresentante istituzionale ieri ha preso parte al corteo di protesta inscenato dal comitato.

“Dov’erano tutti ieri sera? – si domanda la Bordoni – quali politiche sanitarie e ambientali sono riservate alla frazione? non esistono solo i mercatini di prodotti a km zero! o il ripristino delle piste ciclabili di Campocavallo, o chissa quale volo pindalico per essere alternativi, i cittadini di Osimo stazione chiedono una cosa semplice: misure adeguate contro l’inquinamento anche a costo di scelte impopolare perchè la salute va tutelata prima di ogni altro interesse”

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X