facebook rss

Passetto, tutti al mare
con la spiaggia dimezzata

ANCONA – Bloccati i lavori di sistemazione della spiaggia artificiale. “Ogni anno questa assurdità, ma gli anconetani sono sempre tanti, a dimostrazione che amano il Passetto nonostante tutto” commenta Claudio Cerusico. Domani la conclusione dell'ascensore, riapertura prevista tra il 12 e il 20 giugno
domenica 4 Giugno 2017 - Ore 15:56
Print Friendly, PDF & Email

Le dune di ghiaia alla spiaggia artificiale del Passetto

 

Al mare con i lavori in corso. Il Comune aveva annunciato un anno di restyling per l’area di piazza IV Novembre, con cantieri all’ascensore, pineta, monumento e seggiola del Papa. Ma neppure la spiaggia è stata sistemata in tempo per i primi tuffi. Sembrava l’unico intervento che potesse concludersi per l’avvio della stagione estiva e invece è stato bloccato. Si tratta della sistemazione della spiaggia artificiale, ripianando i cumuli di ghiaia provocati dalle mareggiate invernali. Per evitare il pasticcio dello scorso anno (leggi l’articolo dei danneggiamenti della scalinata) stavolta il bobcat è stato trasportato via mare, a bordo di una chiatta. Gli operai hanno iniziato a ripianare la spiaggia così da permettere l’aumento della superficie e di piazzare gli ombrelloni, ma negli ultimi due giorni lo stop. La spiaggia è stata sistemata a metà: ci sono ancora dune e colline di materiale che non consentono di piantare sdraio e ombrelloni.

L’ascensore illuminato di notte, foto dell’azienda Serpilli Engeenering che ha curato l’impianto tecnologico

Il motivo? Sarebbe stato l’ente Parco del Cònero a sollevare dubbi sull’idoneità del materiale e sulla manovra di manutenzione. “Assurdo, ogni anno si ripete questa storia, ma la ghiaia è sempre la stessa, non sono stati fatti ripascimenti e intanto siamo al 4 giugno. Comune, Regione e Parco dovrebbero mettersi d’accordo una volta per tutte” commenta Claudio Cerusico, titolare dello stabilimento. Disagi a parte, lo storico bagnino si dice soddisfatto dell’inizio della stagione estiva, sperando che si risolvano a breve gli intoppi. “Nonostante tutto, il Passetto oggi è pieno, segno che le persone lo amano, anche senza ascensore. Molti sono giovani, i prezzi sono corretti, sopportabili” commenta Cerusico. Se Portonovo ha il suo caro-sosta e caro-ombrellone, Palombina combatte con i divieti di balneazione, il Passetto si trova a fare i conti con ruspe e lavori in corso. Lunedì è prevista la fine del cantiere dell’ascensore, con lo smontaggio delle ultime impalcature, ma per il viaggio inaugurale bisognerà aspettare. Manca ancora l’autorizzazione dell’ufficio speciale trasporti e infrastrutture del ministero (Ustif). Potrebbe volerci una settimana, o forse di più. Il Comune spera di riaprire la risalita meccanizzata messa a nuovo tra lunedì 12 e martedì 20 giugno.

(E. Ga.)

La sistemazione del percorso verso la seggiola del Papa finanziato dal Fai

 

I cumuli di ghiaia impediscono l’apertura degli ombrelloni

Print Friendly, PDF & Email


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X