facebook rss

Una casalinga insospettabile
denunciata per il furto
di uno smartphone

NUMANA - La donna di Castelfidardo aveva in casa il Samsung S7 Edge, rubato nei pressi del porto di Numana lo scorso 1 maggio. Guai in vista anche per un 51enne fidardense trovato in possesso di eroina durante l'orario di libertà dagli arresti domiciliari
Print Friendly, PDF & Email
carabinieri

foto d’archivio

Alle 16.30 di ieri, i carabinieri di Numana, a conclusione di indagini tecniche conseguenti a una denuncia di furto di un telefono Samsung S7 Edge, avvenuto nei pressi del porto di Numana lo scorso 1 maggio, hanno denunciato un’insospettabile casalinga fidardense, di 54 anni R.P. nata ad Ancona ma residente a Castelfidardo. La donna è stata denunciata in stato di libertà. Sottoposta a perquisizione domiciliare,  è stata infatti trovata in possesso del telefonino rubato e debitamente sequestrato per essere restituito alla legittima proprietaria.

Guai in vista anche per un altro fidardense di 51 anni, C.R. nativo a Teramo, sottoposto al regime degli arresti domiciliari con permesso di assentarsi dalle 17 alle 19:30. Ieri pomeriggio è stato controllato alle 18 circa, a bordo della propria autovettura, a confine territorio, in località Scossicci di Porto Recanati dai carabinieri, ma è stato trovato in possesso di 0,4 grammi di eroina, poi sequestrata. L’uomo è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Macerata per il reato di detenzione illegale di sostanze di stupefacenti ai fini di spaccio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X