facebook rss

Acqua inquinata da idrocarburi
nei terreni attorno all’ex caserma Saracini

FALCONARA – Il pozzo usato per l'irrigazione nella zona dell'ex caserma Saracini è risultata contaminata con un valore superiore 4 volte la soglia consentita. Domani l'audizione della commissione eco mafie
martedì 20 Giugno 2017 - Ore 11:48
Print Friendly, PDF & Email

La posizione del pozzo privato vicino alla caserma Saracini da cui è stata analizzata l’acqua

L’acqua del pozzo usata per irrigare i terreni privati è contaminata da idrocarburi. Lo denuncia la onlus Ondaverde, che lo scorso primo giugno ha campionato e fatto analizzare l’acqua di un pozzo privato vicino all’ex caserma Saracini. Dalle analisi l’acqua è risultata inquinata da idrocarburi, per un risultato pari a 1.400 micro grammi per litro, un valore superiore del 400% rispetto alla concentrazione soglia di contaminazione (Csc) limite di 350 micro grammi per litro. Già nel 2015 erano stati rilevati eccessi di idrocarburi totali nell’area demaniale dell’ex caserma, dove sono presenti cisterne, depositi, distributori di carburanti a servizio delle vecchie attività militari. Due anni fa furono le indagini del Comune di Falconara a rilevare i valori sopra la norma. “Nel corso delle audizioni dell’11 maggio 2016 e del 31 maggio 2017 svolte al cospetto delle Commissioni Ambiente e Salute della Regione Marche, i Comitati MALARIA, Villanova, Fiumesino ed Ondaverde Onlus hanno rivolto, fra le altre, anche la richiesta di “chiedere, in accordo all’art. 1 del Decreto 26/2/2003 del Ministero dell’Ambiente, l’inserimento dell’area della ex caserma Saracini nell’area perimetrata come Sito di Interesse Nazionale (SIN)” scrivono i comitati cittadini in una nota. “La decisione di far effettuare l’analisi del pozzo privato in proprio (e con il consenso dei proprietari) è stata indotta dalla mancanza di attenzione – da parte del Comune di Falconara Marittima e della Regione Marche – riguardo alla possibile migrazione dei contaminanti dalle aree inquinate a quelle residenziali, situazione recentemente emersa anche con un altro pozzo privato nel quartiere Villanova, esterno al SIN” concludono i comitati. I risultati dell’analisi sulla falda della caserma Saracini saranno inviati al minsitero, al prefetto e a tutte le amministrazioni locali, oltre alla commissione parlamentare d’inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e sugli illeciti che domani, mercoledì 21 giugno, incontrerà anche i comitati.

I risultati delle analisi commissionate da Ondaverde

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X