facebook rss

Aggredisce i carabinieri
con una bottiglia,
arrestato un tunisino

FALCONARA – Durante il controllo di routine, l’uomo con precedenti penali ha minacciato i militari con un il collo di una bottiglia rotta. Disarmato e bloccato, sarà rimpatriato. Insieme a lui, denunciato un libico per porto di attrezzi da scasso
venerdì 14 luglio 2017 - Ore 14:49
Print Friendly, PDF & Email

Al controllo dei carabinieri reagisce spaccando una bottiglia e minacciando i militari con i vetri taglienti. E’ stato disarmato e arrestato, quindi condotto in caserma e oggi sarà trasferito nel più vicino centro di identificazione ed espulsione l’uomo di nazionalità tunisina che ieri pomeriggio alle 17 ha tentato di colpire i carabinieri nella zona della stazione ferroviaria in via Cavour a Falconara. I carabinieri della tenenza lo hanno arrestato con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale. Durante il pattugliamento, i militari hanno notato tre uomini sospetti e quando si sono avvicinati per i controlli di routine, subito i tre hanno mostrato un atteggiamento ostile. In un attimo la situazione è degenerata, quando uno dei tre, dopo aver afferrato una bottiglia e averla spaccata in terra, ha iniziato a brandirla come un’arma, cercando più volte l’affondo verso i militari. Il sangue freddo dei carabinieri ha evitato il peggio, riuscendo a disarmare e neutralizzare l’uomo. Nel corso della identificazione, a carico del tunisino è emerso anche un provvedimento di espulsione non rispettato. Degli altri due uomini, un libico è stato denunciato perché trovato in possesso di un grosso cacciavite, nascosto sotto i vestiti.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X