facebook rss

Irrompe in casa della ex con un martello
e distrugge il ventilatore: denunciato

NUMANA - Il 41enne di Castelfidardo è accusato di stalking e danneggiamento, per azioni commesse nei confronti della donna. Dallo scorso mese di marzo avrebbe molestato la vittima con telefonate e messaggi ingiuriosi
sabato 26 Agosto 2017 - Ore 15:17
Print Friendly, PDF & Email

I carabinieri di Numana

Entra in casa della ex e con un martello, in un momento di rabbia violenta, spacca il ventilatore terrorizzando la donna. E’ successo nel tardo pomeriggio del 25 agosto, e ieri, dopo la formalizzazione della querela della vittima e la conclusione degli accertamenti, l’uomo è stato denunciato dai carabinieri di Numana. La pattuglia dei militari in turno di controllo del territorio, quel pomeriggio era intervenuta interveniva in via Marconi.

Qui poco prima A.F., 41enne di Castelfidardo, dopo aver sfondato la porta, aveva fatto irruzione nell’abitazione dell’ex fidanzata, alla presenza della donna, era entrato nella camera da letto e con un martello, poi abbandonato, rinvenuto e sequestrato dai carabinieri, aveva frantumato un ventilatore e un decoder, terrorizzando la padrona di casa. Poi l’uomo, già noto alle forze dell’ordine, era fuggito via.

I carabinieri, coordinati dal maggiore Raffaele Conforti comandante della Compagnia di Osimo, hanno raccolto gravi e concordanti indizi per accusarlo del reato di atti persecutori (stalking) e danneggiamento, commessi nei confronti della donna. Sarebbe emerso che l’uomo sin dallo scorso mese di marzo dopo l’interruzione del rapporto sentimentale tra i due, con condotte reiterate, avrebbe molestato l’ex compagna con telefonate e messaggi ingiuriosi, fino alla data dell’ultimo litigio, sfociato nell’irruzione in casa della vittima. Dei fatti, è stata data comunicazione alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona con la richiesta di applicazione di idonea misura cautelare.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X