facebook rss

“Vuoi fare l’amore con me?”
E sfila la collana d’oro al 90enne:
denunciata per furto

FALCONARA – I carabinieri hanno identificato la 25enne che aveva preso di mira l'uomo: lei si era gettata al collo di lui con avances insistenti per riuscire a derubarlo. I militari ricordano il vademecum anti truffe rivolto agli anziani
martedì 29 Agosto 2017 - Ore 14:59
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

Si getta al collo del nonnino con avances insistenti, solo una volta rientrato a casa l’uomo si è accorto che l’avvenente ragazza che aveva ripetutamente respinto era riuscita a sfilargli la collanina d’oro. Grazie alle testimonianze dei residenti che hanno assistito all’intera scena e al racconto dell’anziano, i carabinieri della tenenza di Falconara sono riusciti a identificare e denunciare la ladra: si tratta di una 25enne originaria dell’est Europa, che ora dovrà rispondere di furto aggravato. Il fatto è successo una mattina dei primi giorni di luglio, quando il 90enne originario e residente a Falconara è stato approcciato nella zona di via Marconi dalla ragazza. La giovane si è avvinghiata all’anziano, con abbracci e avances insistenti, ripetendo quell’invito “vuoi fare l’amore con me?” . L’uomo ha respinto ripetutamente la giovane, ma solo una volta rientrato a casa si è accorto del furto ed ha chiamato subito il 112. E’ stato soprattutto grazie alle testimonianze dei residenti che l’indagine dei carabinieri ha portato alla denuncia della ragazza per furto, con l’aggravante delle destrezza e di aver preso di mira l’anziano.

I carabinieri di Falconara in piazza Mazzini durante le indagini

I militari ricordano dunque il vademecum “anti-truffa”. I carabinieri invitano a prestare attenzione ai falsi operatori delle forze dell’ordine, ai truffatori in borghese, ai falsi funzionari degli enti, ai volontari che bussano alle porte di casa, evitare il prelievo della pensione o dei bancomat negli orari di punta e di non farsi distrarre mentre si maneggia il denaro, assicurarsi di non essere spiati mentre si digita il pin al bancomat, tenersi lontani dai bordi della strada per evitare scippi e borseggi. I carabinieri invitano anche a diffidare dai truffatori che si presentano in maniera oltremodo gentili, meglio rispondere con un secco “non ricordo”. Infine, chiamare il 112 ogni volta che ci si sente minacciati o in pericolo.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X