facebook rss

Distribuzione energia elettrica:
Astea, Assem e Assm studiano sinergie

SAN SEVERINO - Oggi pomeriggio il vertice nella sede Assem. La legge spinge per l'aggregazione degli operatori e lascia sopravvivere i gruppi aziendali che abbiano almeno 50 mila utenti. Le tre aziende valutano l'aggregazione "per favorire migliori proposte tariffarie e maggiori investimenti" spiega il sindaco di Osimo, Simone Pugnaloni
martedì 12 settembre 2017 - Ore 22:01
Print Friendly, PDF & Email

I sindaci di Astea, Assem e Assm alla riunione di San Severino

I sindaci del gruppo Astea si sono ritrovati oggi pomeriggio a San Severino nella sede dell’Assem, insieme ai sindaci di San Severino e Tolentino e ai rappresentanti del cda di Assem San Severino e di Assm Tolentino. L’obiettivo? Intavolare trattative sottese a stringere partnership e possibili sinergie nel settore della distribuzione dell’energia elettrica. All’incontro hanno partecipato anche il direttore generale del gruppo Astea, Massimiliano Belli e l’avvocato Antonio Osimani, amministratore delegato di Dea, la società della holding Astea, gestore delle rete elettriche e dell’illuminazione pubblica.

“Porteremo in discussione nei nostri consigli comunali un indirizzo politico propedeutico ad un accordo unico nel suo genere – fa sapere il sindaco di Osimo, Simone Pugnaloni– Le tre principali aziende municipalizzate in campo elettrico nelle Marche unite per difendere i valori della territorialità e dell’eccellenza nel servizio ai cittadini. L’identità delle nostre comunità e la professionalita del corpo dipendente mostrano e rinsaldano le radici centenarie delle nostre societa’ pubbliche di servizio che con fatica sono nate, ma oggi sono biglietto da visita sul territorio marchigiano”. La legge spinge infatti per l’aggregazione degli operatori e lascia sopravvivere i gruppi aziendali che abbiano almeno 50 mila utenti. “Noi con tale indirizzo che sembra favorire i ‘grandi’ – evidenzia Pugnaloni – dimostriamo come il gioco di squadra e la coesione di intenti fa la differenza. Un passo importante che apre tante strade. Non solo l’energia elettrica, ma anche l’acqua ed il gas possono nel futuro unire i nostri territori. Economie di scala che favoriscono migliori proposte tariffarie e maggiori investimenti. Ciò che però più di ogni altra cosa ci distingue dai grandi operatori e’ il rapporto umano tra aziende e cittadini dove con celerità anche una telefonata può bastare a risolvere un problema “.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X