facebook rss

Festa di San Giuseppe, Michela Glorio:
“La miglior fiera degli ultimi anni”

OSIMO - La pioggia ha spento i fuochi d'artificio e lo spettacolo di Lillo e Greg. "Saranno i frati francescani, gli organizzatori, a decidere se riproporli- evidenzia l'assessora -Per il resto sono soddisfatta: sono arrivate 80 bancarelle e per la sua conformazione e per motivi di sicurezza, rispetto ad altre città, il nostro centro storico non può accoglierne di più"
martedì 19 Settembre 2017 - Ore 15:15
Print Friendly, PDF & Email

I visitatori alla fiera di San Giuseppe poco prima della pioggia (foto Alessandro Colonnini)

La pioggia cancella le attrazioni della serata finale, alla festa di San Giuseppe da Copertino, annullando lo spettacolo di Lillo e Greg ed i fuochi d’artificio. I riflettori sul palco di piazza Boccolino sono stati spenti verso le 22.15 quando la pioggia battente ha sconsigliato di attendere ancora e è stato riaperto il transito nel centro storico con la rimozione delle barriere anti-terrorismo. “Non credo che verranno recuperati né i fuochi d’artificio, né lo spettacolo dei due comici. I contratti, però, sono gestiti dai frati francescani. Saranno loro a decidere se riproporli, anche solo in parte” fa sapere l’assessore Michela Glorio. Molto dipenderà da quello che le clausole del contratto sottoscritto prevedono per il pagamento del chachet stabilito con gli artisti, in assenza di soluzioni alternative per far svolgere lo spettacolo al chiuso e in caso di annullamento della serata stessa per pioggia.

Michela Glorio

Per quello che attiene alla competenze del Comune, l’assessora invece spazza via con forza ogni polemica, tracciando un bilancio più che positivo per la fiera di San Giuseppe 2017. “Sono arrivate 80 bancarelle e non c’erano più spazi liberi – sottolinea Michela Glorio – Sono state occupate tutte le aree mercatali e anche quelle non mercatali. Rispetto ad altre città, purtroppo la conformazione del nostro centro storico non permette di accogliere un numero maggiore di ambulanti. Sono soddisfatta della fiera. Sia nella partecipazione che nella qualità è stata di gran lunga superiore rispetto agli ultimi 6-7 anni. E’ vero che via Matteotti è stata esclusa per garantire il piano sicurezza ma è stata recuperata via Saffi ed il lato destro di via Lionetta tramite le bancarelle su invito che ha chiamato il Comune”

Nuvole all’orizzonte e Corso Mazzini comincia a sfollare (foto Alessandro Colonnini)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X