facebook rss

Premio Città di Staffolo 2017
allo street artist Giulio Vesprini

ARTE - Domani al Parco Europa la cerimonia di premiazione dell'artista originario di Civitanova Marche, autore di importanti opere murarie in molte città
venerdì 27 Ottobre 2017 - Ore 10:46
Print Friendly, PDF & Email

Nella società contemporanea i muri delle nostre città sono frequentemente occupati da cartelloni pubblicitari, manifesti elettorali, graffiti che affollano ogni superficie disponibile, strabordando non di rado sulle mura si edifici storici. Ma gli spazi urbani si sono prestati ad ospitare anche altre e più articolate forme di espressività. A partire dall’inizio del ‘900, ha infatti iniziato a svilupparsi un movimento artistico che le mura cittadine le utilizza come grandi tele su cui realizzare quelle che a tutti gli effetti possono essere considerate come opere d’arte a cielo aperto, offerte alla cittadinanza, il “muralismo”, impostosi negli ultimi decenni come fenomeno culturale dai contorni frastagliati, comunemente conosciuto con il termine di “street art” (arte di strada).

In Italia il mondo della street art è in continuo sviluppo e ha visto emergere numerose figure di artisti, saliti a un notevole grado di notorietà sul piano nazionale e internazionale. Tra questi va senz’altro annoverato Giulio Vesprini, originario di Civitanova Marche, autore di importanti opere murarie in molte città e riconosciuto quale un grande interprete della street art italiana. E’ su di lui che è caduta la scelta del Comitato del Premio città di Staffolo per l’edizione 2017, a testimonianza dell’attenzione riservata non solo ai marchigiani di consolidata fama, ma anche alle quelle figure emergenti, già distintesi per opere e capacità e, riteniamo, destinate a “lasciare un segno” ancor più incisivo nel prossimo futuro. Il premio sarà conferito presso il Parco Europa di Staffolo sabato 28 ottobre alle 11.30, quando sarà anche inaugurato il murale che Vesprini ha pensato, ideato e realizzato presso uno dei luoghi più vivi e significativi della città: la scuola. Un segno indelebile, un dono prezioso che l’artista urbano lascia nella città che lo premia.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X