facebook rss

Fare un film
per superare
la messa alla prova

ANCONA - E’ il progetto di creatività pensato dal Rotary Ancona Conero per minori con problemi con la giustizia che seguono un percorso alternativo al carcere
domenica 29 Ottobre 2017 - Ore 10:47
Print Friendly, PDF & Email

Un momento della presentazione del progetto

Scrivere, girare e produrre un film. Un compito affidato ai minori, autori di reato, messi alla prova a fini educativi. Un nuovo e particolare progetto, finanziato dal Rotary Ancona Conero, con il patrocinio del Garante regionale dei minori, che vede impegnati anche il Rotaract Ancona Riviera del Conero, l’Associazione L’Officina onlus e l’Ufficio Servizi sociali per i minorenni di Ancona, presentato giovedì 26 ottobre alla conviviale rotariana al ristorante Passetto. In cosa consiste questo progetto? “La messa alla prova è un percorso alternativo al carcere – si legge in una nota stampa del Rotaract Ancona Riviera del Conero- che il minore autore di reati affronta seguito dai servizi sociali. Il progetto consiste in varie fasi: i partecipanti durante il laboratorio di creatività scritta sono stimolati a scrivere i soggetti e la sceneggiatura, per poi passare alla seconda fase che consiste nella creazione di un cortometraggio essendo protagonisti in tutte le sue fasi (come sceneggiatori, attori, tecnici, etc.) per acquisire tutte le abilità legate alla scrittura e al montaggio e produzione di un filmato, contribuendo così allo sviluppo delle capacità creative ed espressive e alla consapevolezza delle potenzialità personali”.

I giovani del Rotaract affiancano i minori nel progetto. Tramite il Rotary Club sarà possibile fare promozione e coinvolgere, quando il cortometraggio dal titolo “Io C’entro”, sarà montato e stampati i dvd, gli Istituti scolastici anconetani ed altri Club Rotary con la sua proiezione. “I minori, coordinati dal conduttore del laboratorio di scrittura, scelgono un soggetto e successivamente elaborano una sceneggiatura – spiega Giovanni Venturi, presidente del Club Ancona Conero – scritto il soggetto e la sceneggiatura, con il regista conduttore del laboratorio di cinematografia, il testo è trasferito in immagini. Nella fase di ripresa i partecipanti si dedicano alla recitazione o alla regia, coordinati e supportati dal regista Massimiliano De Simone. Per noi si tratta di un progetto dalla grande valenza sociale. Attraverso questi laboratori i minori potranno esprimere le loro potenzialità, lavorare insieme divertendosi e responsabilizzandosi per un più sicuro reinserimento nella società”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X