facebook rss

Inrca sponsor delle feste patronali:
«Educare è nostra mission»

OSIMO – L'Istituto di ricerca replica alle liste civiche, che hanno sollevato il caso della sponsorizzazione di mille euro. Il dg Gianni Genga: “Abbiamo partecipato per divulgare le attività dell'istituto”
domenica 5 Novembre 2017 - Ore 16:43
Print Friendly, PDF & Email

La festa per San Giuseppe da Copertino a Osimo

 

Perché l’Inrca ha contribuito alle feste patronali di Osimo con una somma di mille euro? Se lo sono chiesti gli esponenti delle liste civiche di Dino Latini, sollevando l’opportunità della donazione per le giornate di festa, del 16 e 18 settembre scorsi. “Educare ad uno stile di vita più sano e attivo la popolazione anziana – e non solo – è una delle mission fondamentali dell’Inrca, sia attraverso le nostre strutture sanitarie, sia sul territorio, e molte sono le iniziative in cui siamo impegnati” replica il direttore generale dell’Istituto di ricerca Gianni Genga. “Da tre anni, ad esempio, siamo a Tipicità, nel fermano, la più importante kermesse regionale sull’alimentazione, dove organizziamo convegni informativi e dibattiti con ospiti prestigiosi, con l’obiettivo di promuovere la salute in modo accessibile e ad un pubblico allargato. Periodicamente aderiamo con i nostri professionisti ad eventi e iniziative in collaborazione con le associazioni e le Università, per fare prevenzione anche con strumenti tecnologici innovativi, come alla recente Notte dei Ricercatori” continua al replica da parte dell’istituto. “Quella di Osimo è stata ancora una volta una partecipazione orientata a divulgare le attività di ricerca e assistenza dell’Istituto, che è impegnato in un importante screening europeo per la prevenzione della disabilità in età anziana” aggiunge Gianni Genga. “Grazie ad uno dei tanti progetti europei in cui siamo coinvolti – spiega il Dg – offriamo gratuitamente alle tante persone ultrasettantenni che abitano nel nostro territorio la possibilità di fare attività fisica in palestra seguiti dai nostri professionisti, oltre al monitoraggio dell’alimentazione. Per facilitare la partecipazione è stato anche attivato un servizio navetta gratuito per i residenti nel raggio di 20 Km dall’ospedale della Montagnola di Ancona, che include anche il territorio osimano”. “Abbiamo raccolto l’invito del Comune – conclude – che ci ha offerto per tutta la durata della manifestazione l’opportunità di allestire nel centro città uno stand per distribuire brochure informative garantendo grande visibilità al progetto”.

Sponsorizzazioni per le feste patronali, le liste civiche domandano: “Perchè l’Inrca ha donato mille euro?”

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X