facebook rss

Raccolta rifiuti: non ritirati
i sacchetti privi di codice

CAMERANO - Dai controlli degli ultimi 4 mesi è emerso un incremento delle non conformità derivanti dall’utilizzo di sacchi non dotati di codice identificativo
mercoledì 29 Novembre 2017 - Ore 10:55
Print Friendly, PDF & Email

Da gennaio è in atto un controllo continuo dei rifiuti esposti sul territorio Comunale. Un sistema di verifica continuo ha avuto come riscontro quasi immediato quello di diminuire le quantità di rifiuto indifferenziato (-148 ton. nei primi 8 mesi dell’anno), aumentare ulteriormente la raccolta percentuale % (che nei mesi estivi ha raggiunto punte dell’85%), ma ha messo soprattutto in evidenza tutte le utenze che avevano problemi sulla differenziazione dei materiali. “Con questi ultimi, in alcuni casi, – ricorda l’assessore Costantino Renato – è stato possibile effettuare dei sopralluoghi ad hoc e relazionarsi per analizzare le singole questioni e capire quali potessero essere le azioni correttive. Fino a giugno 2017, su circa 550 segnalazioni sono stati fatti 60 addebiti per un ammontare di circa 9000 euro che andranno a contenere i costi generali del servizio e si vanno ad aggiungere ai risparmi che si prevedono sullo smaltimento”.

Anche se c’è stato un aumento della raccolta differenziata, negli ultimi 4 mesi purtroppo si è riscontrato un incremento delle non conformità derivanti dall’utilizzo di sacchi non dotati di codice identificativo. “Considerando infatti un campione di circa 950 segnalazioni (da gennaio ad ottobre 2017) è possibile constatare – prosegue l’assessore – che tra gennaio a giugno le non conformità erano per lo più dovute alla cattiva differenziazione (65%), mentre da luglio abbiamo rilevato un’inversione di tendenza registrando un aumento delle non conformità dovute all’esposizione di buste senza codici identificativi (60%). Si ricorda che in entrambi i casi (rifiuto non conforme e busta/contenitore senza codice) il rifiuto non sarà ritirato e sarà lasciato un avviso con le motivazioni del mancato ritiro. In tale circostanza, l’utente dovrà ritirare il sacchetto esposto sul suolo pubblico o all’interno del contenitore, provvedere a dividerne correttamente i rifiuti o inserire i materiali nella busta con il codice ed esporlo nuovamente nel successivo giorno di ritiro previsto”.

L’assessore Costantino Renato

Si segnalano due errori frequentemente riscontrati: nel secco residuo si ritrovano a volte materiali plastici, come confezioni, buste, piatti, bicchieri, vasetti e vaschette di polistirolo, che, invece, anche se sporchi, una volta privati del residuo organico, vanno conferiti nel sacco/contenitore giallo della plastica; la carta, anche se di piccole dimensioni, non va mai nel secco residuo, ma sempre nell’apposito raccoglitore bianco. “Quindi per ricapitolare – rimarca l’assessore – al fine di contribuire a una buona raccolta differenziata ed evitare mancati ritiri, si invita tutti i cittadini a rispettare questi semplici, ma efficaci, accorgimenti: usare esclusivamente sacchetti o contenitori forniti da Rieco e muniti di microchip e codice identificativo. Qualora fosse terminata la dotazione ritirata per l’anno in corso i sacchi possono essere richiesti presso l’Ecosportello (orari ed indirizzi sono disponibili sui siti internet www.atariuti.an.it e www.riecospa.it o contattando il Numero Verde 800.277.999). Differenziare correttamente i rifiuti secondo la loro tipologia è altrettanto importante e per qualsiasi dubbio consultare il “Calendario della raccolta differenziata”, visitare i siti internet www.atarifiuti.an.it e www.riecospa.it, utilizzare l’App per smartphone o tablet “Junker” oppure contattare il Numero Verde 800.277.999. Altro dettaglio importante è quello di rispettare l’orario di esposizione di sacchetti o contenitori, come da indicazioni riportate sul calendario di raccolta”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X