facebook rss

Sparisce l’Iphone dal campeggio
e si riaccende a casa
di un operaio insospettabile

NUMANA - Dopo indagini tecnologiche i carabinieri di Numana hanno denunciato per ricettazione un 34enne di Novate Milanese scoprendo che anche il giovane era stato in vacanza a Numana nello scorso mese di agosto proprio come la vittima del furto del telefonino, un 50enne torinese
Print Friendly, PDF & Email

I carabinieri di Numana (foto d’archivio)

Operaio insospettabile di 34 anni trovato in possesso di un Iphone 6s, rubato lo scorso 23 agosto ad un turista torinese di 50 anni, in vacanza al camping “Numana Blu” di Marcelli. I carabinieri di Numana sono arrivati al 34enne S.S., nativo di Bollate ma residente a Novate Milanese, dopo minuziose indagini tecniche e lo hanno denunciato per ricettazione. L’operaio, a seguito di perquisizione delegata dall’autorità giudiziaria, scaturita e richiesta dai militari di Numana, operata in coordinamento con i colleghi di Novate Milanese, è stato trovato del cellulare del valore di 900 asportato. L’indagine, partita dalla denuncia di furto del telefono, ha consentito di raccogliere elementi certi e inconfutabili grazie anche al coraggio e collaborazione della vittima piemontese. I carabinieri hanno prima localizzato il telefono, e, successivamente, hanno identificato l’utilizzatore e dunque l’insospettabile operaio, ricostruendo anche i suoi movimenti, accertando la sua presenza a Numana all’epoca del furto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X