facebook rss

Un 2017 positivo
per l’Unione dei Comuni
della Media Vallesina

MAIOLATI SPONTINI - La protezione civile, in particolare, è stata in prima linea per tamponare gli strascichi del terremoto 2016. Un “esercito” che può vantare oggi oltre cento volontari e 7 mezzi fra auto attrezzate e fuoristrada
venerdì 22 Dicembre 2017 - Ore 15:30
Print Friendly, PDF & Email

Gli agenti dell’Unione Comuni Media Vallesina

Lo scambio di auguri per le festività natalizie è stato l’occasione, giovedì 21 dicembre, nella sede dell’Unione dei Comuni della Media Vallesina, in via Fornace, a Moie, per un bilancio delle attività del 2017 e gettare lo sguardo agli impegni del 2018. A ritrovarsi insieme, ieri mattina, sono stati i volontari dei Gruppi comunali della Protezione civile dell’Unione, il presidente dell’organismo sovracomunale Umberto Domizioli e l’assessore con delega alla Protezione civile Barbara Romualdi. Una realtà, quella dei volontari impegnati nei Gruppi dei sei comuni, Maiolati Spontini, Castelplanio, Montecarotto, Rosora, Poggio San Marcello e San Paolo di Jesi, che fanno capo all’Unione, la cui importanza è stata sottolineata negli interventi sia del presidente Domizioli che dell’assessore Romualdi.

“L’impegno e lo spirito di sacrificio dimostrato in ogni occasione dai volontari – ha ricordato la Romualdi – rappresentano un segnale di speranza, anche per il modo in cui poter guardare al futuro. Sono l’abbraccio a una comunità intera, che può sentirsi protetta e accompagnata da una organizzazione diventata un punto di riferimento irrinunciabile”. Il grazie ai volontari, coordinati a livello di Unione da Lorenzo Mazzieri, è stato sottolineato dall’assessore Romualdi insieme alla professionalità e al livello di competenze dimostrate dai vari gruppi di protezione civile. Competenze messe in campo in maniera costante e intensa, anche nel 2017. La fine dell’anno, infatti, ha rappresentato un’occasione di bilancio dell’attività del 2017 e di programmazione per il 2018. “L’anno che si sta per chiudere ha visto la Protezione civile impegnata ancora fortemente per lo strascico del terremoto 2016 – spiega l’assessore Romualdi – un fronte, questo, che ha visto l’Unione, come ha sottolineato Mauro Perugini, referente regionale della Protezione civile in occasione dell’inaugurazione di un nuovo mezzo, lo scorso 3 dicembre, al Gruppo comunale di Maiolati Spontini, distinguersi come un fiore all’occhiello fra le realtà della protezione civile della Regione”. Per l’acquisto del nuovo mezzo, avvenuto grazie alla partecipazione a un bando nazionale da parte del Comune di Maiolati Spontini, la Romualdi ha ringraziato sia l’Ufficio tecnico sia il referente comunale Marco Conti. Un ringraziamento esteso anche allo sponsor della giornata, la ditta Anibaldi e Pandolfi. “Un risultato importante – spiega – che va a beneficio di tutta la Protezione civile dell’Unione”.

Sempre nel 2017 sono state portate avanti altre iniziative qualificanti, come il progetto “Scuole sicure” che si è concluso con la tradizionale Giornata della Prevenzione e sicurezza, che si è svolta quest’anno a maggio, a Pianello Vallesina, con ben 560 alunni dell’Istituto comprensivo Monte Roberto Castelbellino San Paolo di Jesi. Un progetto, Scuole sicure, “cui teniamo molto, visto che è rivolto ai ragazzi”, sottolinea la Romualdi, e che “verrà riproposto anche per il 2018”. “Nel 2017 sono continuati i corsi di addestramento e di monitoraggio del territorio – spiega sempre l’assessore Romualdi – con il controllo, ad esempio, del livello delle acque fluviali, come pure il supporto alle comunità e alle attività del territorio. Per il 2018 abbiamo già individuato alcuni ambiti da sviluppare. Vogliamo, ad esempio, mettere in piedi delle iniziative per fare avvicinare la popolazione alla Protezione civile e dare, grazie a nuovi volontari, ulteriore linfa ai Gruppi”. L’idea è quella di una sorta di campagna di sensibilizzazione tramite la presenza di gazebo durante alcune manifestazioni. Un’altra iniziativa preventivata è una mostra fotografica con le tante immagini relative agli interventi dei volontari sia a livello locale sia nei vari fronti di emergenza in Italia, “per dare un’idea concreta delle attività del nostro Corpo di protezione civile sul campo”.

Il sindaco Barbara Romualdi (foto Alessio Avaltroni)

Fra gli altri eventi, l’organizzazione di una prova congiunta dei Gruppi comunali che fanno capo all’Unione con tutti gli attrezzi e i mezzi a disposizione, l’inaugurazione, a breve, della nuova sede della Protezione civile del gruppo comunale di Castelplanio, e l’organizzazione delle prove di evacuazione nelle scuole degli istituti comprensivi dei comuni dell’Unione. L’assessore Romualdi ha concluso con “l’invito ai cittadini ad avvicinarsi e aderire a questa realtà. Ai volontari, uno sprone a supportare e sostenere gli altri Comuni al di fuori dell’Unione. Il volontariato non deve avere confini ed è giusto che si estenda a tutte le comunità che ne facciano richiesta”. Un “esercito”, quello della Protezione civile dell’Unione dei comuni della Media Vallesina, che può vantare oggi oltre cento volontari e 7 mezzi fra auto attrezzate e fuoristrada. In particolare la dotazione è di due mezzi per quanto riguarda il gruppo comunale di Castelplanio, due per Maiolati Spontini, uno per Rosora, uno per Poggio San Marcello e uno per San Paolo di Jesi. Mezzi che, in caso di necessità e di operazioni congiunte, sia nel territorio sia in ambito nazionale, verranno impiegati come dotazione della Protezione civile che fa capo all’Unione dei comuni della Media Vallesina.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X