facebook rss

Doveva essere in Tunisia,
invece era al bar di Falconara:
clandestino arrestato ed espulso

FALCONARA - L'uomo, un tunisino di 28 anni, era stato colpito da un decreto di espulsione a cui aveva fatto seguito il rimpatrio nel novembre 2016. Ieri, è trovato dai carabinieri mentre era con altri connazionali. Nelle prossime ore, verrà portato nel CIE di Bari
mercoledì 10 Gennaio 2018 - Ore 16:08
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Lo hanno beccato mentre se ne stava in un bar a chiacchierare tranquillamente con degli amici. Nulla di irregolare, se non fosse che è risultato essere clandestino sul territorio italiano. L’uomo, un tunisino di 28 anni, è stato arrestato per essersi introdotto in modo illegittimo nel nostro paese dopo l’espulsione del 2016. L’africano è stato trovato ieri dai carabinieri di Falconara in un locale di piazza Mazzini. Assieme a lui, c’erano altri tre connazionali. Da controlli approfonditi, due dei quattro sono risultati essere irregolari e privi di qualsiasi titolo di riconoscimento. È emerso inoltre che il  28enne, pluripregiudicato, era già stato rimpatriato con volo transfrontaliero nel novembre 2016. Per questo è stato immediatamente arrestato per essersi clandestinamente reintrodotto nel territorio dello Stato senza preventiva autorizzazione del Ministero dell’Interno. Nottata in cella con i carabinieri di Falconara e udienza di convalida in mattinata, al termine della quale per l’uomo è stata decisa una seconda espulsione. Il 28enne nelle prossime ore verrà portato al CIE (Centro di Identificazione e di espulsione) di Bari. L’altro magrebino, invece, 30enne incensurato, resosi responsabile di violazione ai sensi dell’art. 10 dello stesso decreto, è stato invitato a regolare la propria posizione presso l’Ufficio Immigrazione della questura di Ancona.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X