facebook rss

Maltrattamenti in famiglia,
torna in carcere
il 37enne di Camerano

STALKING - Il Gip di Ancona ha firmato un'ordinanza di aggravamento della misura cautelare, dopo l'ultima visita dell'uomo, con problemi di tossicodipendenza, a casa dei suoi terminata tra le minacce di morte
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

E’ tornato in carcere C.M, il 37 enne di Camerano con problemi di tossicodipendenza. Ieri pomeriggio i carabinieri di Camerano in esecuzione di un’ordinanza di aggravamento della misura cautelare, emessa lo scorso 31 gennaio dal Gip Alberto Pallucchini. L’uomo era già sottoposto al divieto di dimora, per i reati di maltrattamenti in famiglia, estorsione continuata, atti persecutori-stalking, consumati lo scorso 28 settembre e reiterati pochi giorni fa, il 30 gennaio, con minacce di morte ai familiari per ottenere denaro per acquistare droga. Una visita a sorpresa svolta dal 37enne 4 giorni fa a casa, nel condominio di Camerano dove abitano il padre 75enne e la sorella 36enne. L’ordinanza è stata richiesta dalla Stazione di Camerano, dopo i molteplici interventi operativi dei carabinieri, sottolineando la grave situazione per l’incolumità pubblica di familiari e condomini, nonché la pericolosità sociale dell’uomo, che, nel corso delle ultime visite, aveva terrorizzato l’intero condominio. L’uomo è stato rintracciato nei pressi dei giardini pubblici di Camerano, ammanettato e accompagnato nel carcere di Ancona – Montacuto.

Forbici alla gola della sorella per farsi dare i soldi della droga

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X