facebook rss

Controlli e multe
ai furbetti dei rifiuti

CAMERANO - L'assessore Costantino Renato ricorda che per evitare sanzioni da 50 a 300 euro, nel caso in cui il rifiuto non venga ritirato, sarà lasciato un avviso con le motivazioni del mancato ritiro. L’utente dovrà ritirare il sacchetto esposto sul suolo pubblico o all’interno del contenitore, provvedere a dividerne correttamente i rifiuti o inserire i materiali nella busta con il codice ed esporlo nuovamente nel giorno di ritiro previsto
Print Friendly, PDF & Email

Oltre al controllo e monitoraggio effettuato nei mesi scorsi da Polizia Locale e Rieco, si affiancherà dal mese di Febbraio, con cadenza periodica, un ulteriore servizio di sensibilizzazione e verifica con personale autorizzato dall’Ata, su tutte quelle utenze che risultano maggiormente critiche nel conferimento dei rifiuti. Nei fatti verranno effettuate delle vere e proprie campagne di sensibilizzazione “personalizzate”, come già sperimentato nel 2017, che si andranno ad affiancare a quelle informative e formative generali. “L’azione – spiega l’assessore Costantino Renato- prevede una preventiva analisi di tutte quelle segnalazioni di errato conferimento pervenute negli ultimi mesi, in modo da selezionare le situazioni che evidenziano maggiori difficoltà e inesattezze nella raccolta differenziata. In base all’elenco ottenuto, si provvederà a contattare direttamente le utenze interessate, per effettuare dei colloqui e dei sopralluoghi ad hoc che serviranno a valutare i problemi specifici di ogni caso e capire quali potrebbero essere le eventuali azioni correttive. Nelle settimane successive al sopralluogo, verranno tenute sotto controllo le utenze in questione, al fine di valutare se le stesse hanno avviato dei processi di rispondenza alle proposte formulate o in caso negativo i problemi riscontrati per il mancato adeguamento. Nei casi più gravi, reiterati o in caso di mancata collaborazione potrà intervenire la Polizia Locale per emettere le sanzioni previste da norme e regolamenti”.

Per evitare di incorrere in spiacevoli addebiti, che vanno da 50 a 300 euro, l’assessore ricorda che nel caso in cui il rifiuto non venga ritirato (per materiale o busta/contenitore non conforme) viene lasciato un avviso con le motivazioni del mancato ritiro. In tale circostanza, l’utente dovrà ritirare il sacchetto esposto sul suolo pubblico o all’interno del contenitore, provvedere a dividerne correttamente i rifiuti o inserire i materiali nella busta con il codice ed esporlo nuovamente nel giorno di ritiro previsto. “Questo nuovo servizio- chiude Costantino Renato- renderà maggiormente percepibile l’assistenza da parte dei soggetti preposti e vuole creare un più proficuo rapporto di collaborazione con l’utenza per evitargli sanzioni o addebiti di vario tipo. Nell’anno 2017 abbiamo riscontrato che, tramite un rapporto diretto, è possibile migliorare le performance e la responsabilità delle utenze, tanto che nei casi in cui si è dovuti intervenire, una volta avviati i processi suggeriti, non abbiamo più registrato particolari problematiche di conferimento. Le persone incaricate per tali attività saranno 2 tecnici autorizzati dall’Ata, muniti di tesserino di riconoscimento. (Info: in caso di dubbi sulle persone che si presentano è possibile contattare la Polizia Locale 0717303035 – 0717303036, l’Ata tel 0731200969 e-mail: serviziorifiuti@atarifiuti.an.it).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X