facebook rss

Incontro quaresimale
sulla Passione di Gesù

OSTRA - L'appuntamento è per giovedì sera nella Chiesa dei Santi Francesco e Lucia in Piazza dei Maertiri ad Ostra. L’autore Manlio Baleani presenterà il volume “Passione e Morte di Gesù Cristo nei dialetti italiani”, lettori provenienti da varie località marchigiane declameranno testi sul tema della Crocifissione, con intermezzi musicali del coro locale diretto dal maestro Roberto Ripesi
Print Friendly, PDF & Email

Giovedì prossimo, 15 marzo, nella Chiesa dei Santi Francesco e Lucia in Piazza dei Maertiri ad Ostra, con inizio alle 21 si terrà un incontro quaresimale dal forte impatto emotivo. Un evento di molteplice valenza. L’autore Manlio Baleani presenterà il volume “Passione e Morte di Gesù Cristo nei dialetti italiani”, lettori provenienti da varie località marchigiane declameranno testi sul tema della Crocifissione e il Coro locale diretto dal Maestro Roberto Ripesi eseguirà “Le ultime sette parole pronunciate da Nostro Signore”, canti particolarmente intonati alla serata.   Questo appuntamento di Ostra è il terzo di una serie di incontri programmati per la quaresima 2018 in diverse località delle Province di Ancona e Macerata. Presenza significativa tra i relatori sarà Monsignor Giovanni Tonucci, Arcivescovo Emerito di Loreto, che oltre all’ordinarietà dei suoi impegni pastorali, ha avuto importanti ruoli diplomatici su scala internazionale e al Palazzo di vetro dell’ONU a New York. A seguire la lettura del capitolo 15 suddiviso in tre parti, nei dialetti di Macerata, Jesi e Fano. L’autore del libro Manlio Baleani illustrerà dunque la ricchezza degli idiomi italiani citando in particolare quelli della nostra Regione, presente con quattro poesie nella parlata popolare di Ancona, Porto Recanati, San Severino Marche e Senigallia. L’invito è rivolto a quanti vorranno ascoltare nella lingua del popolo ciò che visse il Signore. Dal dramma del tradimento e l’abbandono dei suoi fino alla furia cieca  di un popolo sobillato dai suoi capi e la conveniente neutralità delle autorità imperiali.  Per concludersi con il grido di dolore che si leva alle tre del pomeriggio di una cupa primavera di due mila anni fa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X