facebook rss

Va in scena “Il futuro è vicino”,
per conoscere le opportunità
della Regione Adriatico-Ionica

ANCONA - All'interno della rassegna "Art+B=Love", dedicata ai giovani artisti e creativi, il convegno che punta ad avvicinare i giovani alle politiche europee per l’area geografica chiave a cavallo tra Paesi membri Ue e Paesi candidati, pronta ad impegnarsi a trovare nuova centralità e maggiore coesione sociale, culturale ed economica
giovedì 5 aprile 2018 - Ore 18:24
Print Friendly, PDF & Email

La locandina della rassegna “Art+B=Love”

 

Va in scena, all’interno della rassegna “Art+B=Love” l’evento “Il futuro è vicino. L’Europa per i giovani, la cultura e la creatività nella Regione Adriatico-Ionica”, domani 6 aprile, alle 9, alla Mole vanvitelliana di Ancona. La mattinata vuole delineare – nel filone della metafora del Rinascimento che è sottesa a tutta la rassegna “Art+B=Love”, nella quale gli artisti non si limitano a creare monumenti, ma contribuiscono a sviluppare nuove idee per migliorare la città, i servizi e i prodotti, con particolare riguardo al Made in Italy delle Pmi – un nuovo rinascimento adriatico. Un momento ricco e composito che dalla Regione Marche e dalla città di Ancona vuole puntare i riflettori sulla Regione Adriatico-Ionica inserendosi coerentemente sui temi legati alla cultura, ai giovani ed alla creatività nell’alveo delle politiche europee attuali. L’intento è quello di avvicinare i giovani alle politiche europee per la regione adriatico-ionica, un’area geografica chiave a cavallo tra Paesi membri Ue e Paesi candidati, pronta ad impegnarsi a trovare nuova centralità e maggiore coesione sociale, culturale ed economica. Durante la mattinata sarà presentato lo stato dell’arte delle opportunità, delle politiche, delle strategie e dei progetti legati all’Unione europea che riguardano i giovani, la creatività e la cultura, anche nell’ambito dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018 e dello sviluppo del piano d’azione della Strategia Europea per la Regione Adriatico Ionica (Eusair).

L’iniziativa, è promossa dai Fora dell’Adriatco e dello Ionio con lo Europe Direct Regione Marche e il progetto Ai-Nurecc finanziato dalla Commissione europea e vedrà tra i relatori Fabio Pigliapoco dell’Iniziatva Adriatico Ionica, Davide Frulla e Francesco Buoncompagni del Forum delle città dell’Adriatico e dello Ioni (Faic), Francesco Cocco, Euro Regione Adriatico-Ionica, Marco Zoppi e Silvia Mangialardo di Uniadrion, Alfredo Marini Euro Regione Adriatico-Ionica e Mario Pesaresi Fondazione Marche.

L’evento “Il futuro è vicino” presenta poi tre “prime”. Si inaugurerà domani la collaborazione con l’appena istituito Europe direct Regione Marche di cui Faic e Comune Ancona sono partner. E il convegno sarà anche la prima occasione italiana in cui viene presentato il progetto Ai Nurecc, di cui il Faic è partner, finanziato dalla Commissione europea con l’obiettivo di rafforzare l’azione di Eusair specie sui temi di turismo e cultura, giovani ed education and training. E infine quello di domani sarà il primo evento a marchio European Year of Cultural Heritage, iniziativa su cui il Faic, che opera grazie all’Ufficio programmi comunitari della Città di Ancona, ha lavorato promuovendo con la Commissione europea la partecipazione delle città adriatiche e ioniche.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X