facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Rapina, traffico di droga e
resistenza all’arresto: espulso dall’Italia
Ai carabinieri: «Ci vediamo presto»

FALCONARA – Il 23enne fermato domenica sera è stato condotto stamattina al centro di permanenza per il rimpatrio di Torino dove verrà imbarcato sul primo charter per la Tunisia. Già lo scorso 24 febbraio era riuscito a sfuggire ad un posto di blocco in via Flaminia
Print Friendly, PDF & Email

 

Conosciuto con cinque alias diversi, con diversi precedenti per traffico di droga e una rapina, la carriera criminale del 23enne tunisino si è conclusa domenica sera con l’arresto da parte dei carabinieri della tenenza di Falconara. Visti i precedenti penali, dopo la convalida dell’arresto, il tribunale ha emesso il provvedimento di rimpatrio obbligatorio del ragazzo irregolare in Italia. “Ci vediamo presto” sarebbe il saluto minaccioso rivolto ai militari prima di essere trasportato stamane al centro di permanenza per il rimpatrio di Torino, da dove partirà con il primo charter disponibile per la Tunisia. Il ragazzo era stato arrestato domenica sera, dopo un inseguimento in piazza Mazzini e una breve colluttazione con i carabinieri, che gli sono costati l’accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. I militari lo avevano scorto tra il pubblico dei mercatini del Made in Italy e quando si sono avvicinati per un controllo, il 23enne ha tentato di darsi ala fuga, ma è stato raggiunto e bloccato in spiaggia. Già lo scorso 24 febbraio il tunisino era riuscito a sfuggire ad un posto di controllo dei carabinieri in via Flaminia, scappando di corsa dopo aver abbandonato l’auto all’alt imposto dei militari.

Botte ai carabinieri dopo la fuga: arrestato 23enne tunisino Sarà espulso

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X