facebook rss

Topi d’auto scatenati: raid
sulle auto in sosta dei climber

GENGA – Finestrini spaccati sui mezzi, scoperti ieri pomeriggio dagli sportivi al termine di una giornata di arrampicate nell'area di Pontechiaradovo. Magro il bottino, una decina le segnalazioni ai carabinieri di Genga ma le vittime potrebbero essere di più
domenica 15 aprile 2018 - Ore 20:07
Print Friendly, PDF & Email

(foto d’archivio)

Finestrini spaccati, topi d’auto scatenati sulle auto in sosta dei clinber impegnati a scalare la falesia di Falcioni e Pontechiaradovo. La brutta sorpresa è arrivata ieri pomeriggio, 14 aprile, al termine di una giornata di arrampicate, per alcuni scalatori costretti a rivolgersi ai carabinieri di Genga. Magro il bottino perché dei veicoli non è stato sottratto quasi nulla ma i proprietari hanno dovuto fare i conti con i vetri infranti delle loro vetture in sosta e sporgere denuncia contro ignoti. Almeno una decina i mezzi coinvolti per i quali sono stati segnalati i danni ai militari, ma le vittime del raid potrebbero essere di più. Una fotografia già vista in passato nella zona, anche se i precedenti furti non erano mai stati messi a segno in maniera così massiva e mirata, quasi studiata. L’area di Pontechiaradovo, insieme a quella di Falcioni, è una delle mete per l’arrampicata sportiva nel Parco della Gola della Rossa preferite dai climber provenienti dai vari angoli d’Italia perché è perfettamente attrezzata.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X