facebook rss

Al via Fosforo,
la festa della scienza

SENIGALLIA - Inizia la kermesse di divulgazione scientifica, con tanti eventi per comunicare in modo semplice le teorie poco accessibili, insegnare l’esito delle ricerche più all'avanguardia e capire come funzionano i piccoli misteri con cui siamo a contatto ogni giorno
Print Friendly, PDF & Email

Fosforo 2016. Senigallia

 

Fosforo 2016. Senigallia

Fosforo 2016. Senigallia

 

Si alza oggi il sipario sull’ottava edizione di Fosforo, la Festa della Scienza di Senigallia, che in questo 2018 porta in piazza del Duca e in altre sei sedi del centro storico oltre 60 eventi e attività ludico-scientifiche, laboratori per gli oltre 3500 alunni delle scuole della zona, dimostrazioni e spettacoli per divulgare in modo simpatico il sapere. Il programma di venerdì 11 maggio è intenso: si parte alle 15:30 in piazza del Duca con Science Gym; alle 15:45 Tutti giù per terra!; alle 16:15 Favole Calde, Favole Fredde per passare poi alle pillole di scienza e, a seguire, allo spettacolo al confine tra scienza e magia di Laszlo Robert Zsiros. Il Psiquadro science Show lascerà spazio ad Alfonso Lucifredi per un viaggio con i naturalisti in giro per il mondo. Se il main stage è ricco di animazioni no stop, non saranno da meno palazzetto Baviera, la biblioteca Antonelliana, la Rocca roveresca e i suoi giardini: in ognuno di questi posti in pieno centro storico di Senigallia, prenderanno vita numerose attività sia per bambini sia per ragazzi e adulti. C’è solo l’imbarazzo della scelta tra vermi e slime, lucertole dell’era mesozoica, orologi solari e oggetti volanti, colori e dna, visite guidate a cavallo tra storia, scienza e architettura, biotecnologie e viaggi nel cosmo (turni alle ore 16:15/ 17:15/18:15, prenotazioni il giorno stesso presso l’info point di piazza del Duca).

Torna anche il planetario, grazie all’Istituto nazionale di astrofisica e all’associazione Sofos che nella sala del Fico di Palazzetto Baviera accompagnerà i visitatori in un viaggio alla scoperta di stelle e galassie, pianeti e comete (turni dalle 15 alle 19). Nello stesso edificio sono state allestite le mostre Tech-it-easy ed Effetti collaterali, mentre scuole e università esporranno lavori e ricerche per avvicinare le persone al piacere della scoperta.
Il primo assaggio di Fosforo si concluderà solo in tarda serata dopo la degustazione alla scoperta dei vini tra fisica e chimica e dopo l’incontro con Adrian Fartade: il 31enne originario della Romania è un vero mattatore di Youtube e con tutta la sua passione per la divulgazione della scienza parlerà dei viaggi su Marte, delle ricadute in ambito civile, delle scoperte e della possibilità di forme di vita.

Nato da un’idea dall’associazione culturale Next, con il sostegno dell’Assemblea legislativa delle Marche, del Comune di Senigallia e del Gruppo Imprenditori Senigalliesi (GIS), il festival vede tra i partner culturali, oltre alle università, anche il Polo Museale delle Marche, l’Inaf e Medici Senza Frontiere. Questi ultimi con il gruppo di Ancona saranno presenti al Festival con uno stand e laboratori, con una mostra fotografica sulle sfide dell’organizzazione medico-umanitaria e con un’esperienza immersiva che permetterà grazie a visori a 360 gradi di comprendere le drammatiche condizioni di chi è costretto ad affrontare estenuanti viaggi via terra e via mare per fuggire da guerre e povertà.

Fosforo 2016. Senigallia

Fosforo 2016. Senigallia

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X