facebook rss

Nuova scultura alla rotatoria:
Fabio Pasquinelli:
“La rende ancora più pericolosa”

OSIMO - Contestata dal capogruppo di 'Territorio e Comunità' l'opera scultorea con il simbolo dell'ulivo della pace, tema scelto dal Giro d'Italia, sistemata a Largo Trieste. "Quella rotonda ha già scarsa visibilità" rimarca il consigliere di opposizione
Print Friendly, PDF & Email

La nuova scultura sistemata sulla rotonda di Largo Trieste

Ultimi ritocchi al percorso del Giro d’Italia che farà tappa ad Osimo il 16 e 17 maggio. “Abbiamo eliminato gli ultimi ostacoli pericolosi per il passaggio dei ciclisti, due isole spartitraffico a Largo Trieste e Largo Vittorio Veneto ed alcuni fittoni nei tratti richiesti dalla struttura tecnica del Giro d’Italia. – fa sapere il sindaco Simone Pugnaloni – Nel contempo è stata installata l’opera scultorea ‘Giro di pace’ su Largo Trieste, mancano alcuni dettagli che verranno installati domani, lunedi 14 maggio”. Sulla scultura c’è disegnato un ulivo “simbolo di pace, tema scelto dal Giro questo anno partito da Israele e che finirà a Roma. – spiega ancora il primo cittadino di Osimo – La nostra tappa Assisi-Osimo è proprio a tema del giro, è come noi vogliamo definire ‘Una tappa francescana’. In arrivo nei prossimi due giorni; nastri, palloncini,ombrelli rosa per decorare la città. Un grazie speciale a tutte le vetrine in rosa, i balconi, le vie, i vicoli ed i quartieri che di giorno in giorni stanno animando della città”. L’installazione dell’opera, però, non piace per questioni pratiche a Territorio e comunità. Il capogruppo consiliare Fabio Pasquinelli evidenzia infatti che non è opportuno il luogo dove è stata alloggiata.  “Una rotatoria con scarsa visibilità come quella dei Tre Archi, ora viene resa ancora più pericolosa per la viabilità da una discutibile istallazione” sottolinea il consigliere di opposizione.

Giro d’Italia e vetrine a tema: Osimo è una città in festa e si veste di rosa

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X