facebook rss

Pulizia fondali e raccolta rifiuti:
l’iniziativa per far risplendere
la spiaggia Urbani

SIROLO - L'appuntamento è per il 27 maggio. L'evento è organizzato dall'associazione “Mare Nostro Sirolo” e dal Circolo naturalistico Legambiente "Il Pungitopo" di Ancona, in collaborazione con il gruppo scout CNGEI-AN2
Print Friendly, PDF & Email

Uno scorcio di Sirolo

 

“Spiagge e Fondali Puliti 2018”. Questo il nome dell’evento che si svolgerà il 27 maggio (ore 10) per preparare la spiaggia Urbani di Sirolo alla prossima stagione estiva. L’iniziativa è organizzata dall’associazione “Mare Nostro Sirolo” e dal Circolo naturalistico Legambiente “Il Pungitopo” di Ancona, in collaborazione con il gruppo scout CNGEI-AN2 di Sirolo. L’attività programmata riguarda la raccolta e la differenziazione dei rifiuti presenti in spiaggia, mentre un gruppo di subacquei, coordinati dal presidente dell’associazione Mauro Grati, si occuperà di ispezionare e ripulire il fondale racchiuso dentro la baia. “Abbiamo già eseguito una perlustrazione – afferma Mauro Grati – ed abbiamo notato diversi rifiuti soprattutto in plastica, sia sulla spiaggia sia sul fondale, che il mare ha depositato durante le mareggiate invernali, vista anche la conformazione a baia chiusa della Spiaggia Urbani, che intrappola i rifiuti al suo interno. Il nostro mare ha bisogno continuamente della vigilanza di chi, per passione come noi, trascorre tempo nell’osservazione dei nostri bellissimi fondali”L’associazione sportiva ricreativa “Mare Nostro Sirolo”, che fra le proprie finalità ha anche la cura degli aspetti culturali e ricreativi, si è costituita recentemente grazie ad un gruppo di subacquei appassionati. “Chiaramente – continua Grati – sono invitati tutti i cittadini di Sirolo e i visitatori di questa suggestiva baia che vogliono dare il proprio contributo sia per ripulire ma anche per un momento di sensibilizzazione collettiva riguardo il grave problema dei rifiuti in mare, che riguarda anche gli oceani. Dovremmo riuscire a capire che il gesto di ciascuno di noi ha ripercussioni su tutto l’ecosistema”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X