facebook rss

Cittadini in difesa
del punto nascite di Fabriano,
presidio al Profili (Video)

FABRIANO - Stamattina dalle 9.30 la prostesta si è raccolta davanti all'ingresso dell'Ospedale Profili di Fabriano. A rischio secondo gli organizzatori del sit-in sarebbe il reparto di Pediatria che dal 31 maggio si troverebbe con un solo medico, non in grado di coprire guardie e reperibilità, e mettendo a rischio anche il punto nascita. "Ci troviamo da capo, come prima delle promesse elettorali", ha detto il dottor Arteconi, dell'associazione Fabriano Progressista
Print Friendly, PDF & Email

 

di Sara Bonfili

Il Coordinamento cittadino per la salvaguardia del punto nascita e la difesa dell’ospedale, il Forum regionale in difesa della sanità, il Comitato Sveglia Fabrianesi, singoli cittadini, tutti in presidio stamattina davanti l’ospedale per la protesta indetta dall’associazione Fabriano Progressista per scongiurare la chiusura tramite depotenziamento del reparto di Pediatria del Profili. A rischio secondo gli organizzatori del sit-in sarebbe il reparto di Pediatria che dal prossimo 31 maggio si troverebbe con un solo medico, non in grado di coprire guardie e reperibilità, mettendo a rischio anche il punto nascita. Per l’ospedale vige l’Afoi, cioè un accordo con gli Ospedali Riuniti di Torrette che prevede la condivisione del personale medico specializzato. Ma con il personale ridotto all’osso, i pensionamenti non sostituiti, l’Afoi non basta. “Ci troviamo da capo, come prima delle promesse elettorali”, ha detto il dottor Arteconi, dell’associazione Fabriano Progressista.
Ad ascoltare con attenzione le ragioni della protesta il sindaco Santarelli, il coordinatore della Lega Argalia e il consigliere di centro-destra Scattolini, rappresentanti di Potere al Popolo, il fondatore del comitato Sveglia Fabrianesi, l’imprenditore Urbano Urbani, rappresentanti del Tribunale per i diritti del malato, anche il vescovo emerito Giancarlo Vecerrica, tante mamme e singoli cittadini. Sono intervenuti anche il sindaco Santarelli, Argalia della Lega, Scattolini (consigliere gruppo LN-FI-FDI), un rappresentante del Forum regionale della sanità pubblica, Katia Silvestrini, una rappresentante sindacale.

Il rappresentante del Forum per la difesa della sanità pubblica, dicharandosi al fianco degli organizzatori della protesta come tempo fa fece per la mobilitazione per il punto nascita ha sottolineato le politiche in corso di “depauperamento delle strutture ospedaliere e contemporaneamente l’ingresso di ingresso dei privati nella sanità pubblica consentito dalla pdl regionale 145 del 2017. La la sanità pubblica è un diritto inviolabile, sancito dall’articolo 32 della nostra Costituzione”.

Punto nascita di Fabriano «La battaglia non è finita»

Legge 145, scatta il sit in di protesta «Sanità consegnata ai privati»

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X