facebook rss

Le Marche nel futuro,
premio video-fotografico

FABRIANO - Si chiama così il nuovo concorso video e fotografico promosso da Diatech Pharmacogenetics in collaborazione con l’Associazione Castello di Precicchie nell’ambito del Premio Cinematografico e Televisivo “Castello di Precicchie”
domenica 27 maggio 2018 - Ore 11:13
Print Friendly, PDF & Email

 

Diatech: le Marche nel futuro. Si chiama così il nuovo concorso video e fotografico promosso da Diatech Pharmacogenetics, azienda leader in Italia nella ricerca e nella commercializzazione di kit diagnostici per test farmacogenetici, in collaborazione con l’Associazione Castello di Precicchie nell’ambito del Premio Cinematografico e Televisivo “Castello di Precicchie”, con il Patrocinio della Regione Marche, del Comune di Fabriano, della Fondazione Marche Cultura e dell’Università Politecnica delle Marche.

Il concorso, che ha il fine di promuovere a livello internazionale la cultura delle Marche ed è in collaborazione con il Team Social Marche, viene presentato oggi alla presenza di Ilaria Venenazoni, Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Fabriano, Andrea Falcioni, Presidente Associazione Castello di Precicchie, Fabio Biondi, Presidente Diatech Pharmacogenetics e Oliva Alberti, Amministratore Delegato Diatech Pharmacogenetics, presso la sede dell’azienda. “Seguo con attenzione le attività dell’Associazione Castello di Precicchie: preservare la memoria e la storia di un territorio è fondamentale per una società che vuole crescere e guardare al futuro con forza e consapevolezza” – ha dichiarato Ilaria Venenazoni, Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Fabriano – “Il premio Diatech: le Marche nel futuro si inserisce in questo contesto e vuole essere un’occasione per guardare al futuro della nostra Regione.”Apparentemente due mondi diversi, la Diatech, azienda farmaceognetica e farmacogenomica e il l’associazione Castello di Precicchie nata nel 1987, senza scopo di lucro per la conservazione dei valori storici, tradizionali, ambientali, ecologici, paesaggistici del centro storico nato intorno all’anno Mille. Ma il Gruppo Diatech sta investendo decidendo di far nascere in questo contesto una realtà leader nel settore biotech e consolidare un vero e proprio distretto focalizzato sulla biotecnologia e sulla medicina personalizzata. “L’impegno che l’Associazione Castello di Precicchie spende nel tutelare il patrimonio storico e culturale delle Marche è importantissmo per tutti: è sulla storia che possiamo costruire il nostro futuro” – commenta Fabio Biondi, Presidente Gruppo Diatech – “Oggi, più che mai, per decidere di intraprendere un’attività imprenditoriale è necessario avere visione, capacità di guardare oltre il tempo e i fattori del momento e immaginare cosa ci sarà dopo. Nasce da qui, da questo bisogno di immaginare, l’idea di dare vita a questo concorso col quale invitiamo i partecipanti a rappresentare, tramite immagini e filmati, le Marche nel futuro.”

L’Associazione Castello di Precicchie da oltre 30 anni si propone di contribuire nel pubblico interesse alla conservazione e difesa dei valori storici, tradizionali, ambientali, ecologici e paesaggistici del territorio, con numerose iniziative tra cui il Premio Cinematografico e Televisivo “Castello di Precicchie”, giunto quest’anno alla XXII edizione. “Siamo lieti di consolidare la collaborazione con il gruppo Diatech, avviata già da diversi anni, con la realizzazione del Concorso Foto e Video che mira alla promozione della nostra Regione” – spiega Andrea Falcioni, Presidente dell’Associazione Castello di Precicchie – “Una collaborazione fattiva tra impresa e terzo settore.” Il concorso, al quale è possibile partecipare fino al 23 giugno 2018, è aperto a fotografi e videomaker amatoriali e professionisti. Le opere presentate dovranno avere come oggetto il territorio della Regione Marche raccontato con immagini che diano risalto ad alcune sue peculiarità, siano esse legate al paesaggio, al tessuto sociale, all’industria/artigianato, al turismo, all’enogastronomia, all’arte e che diano l’idea di voler promuovere e salvaguardare il territorio stesso. La giuria, composta da tre membri selezionati dai Soggetti Promotori per meriti artistici e per attinenza al concorso, valuterà sulla base dei criteri di creatività, originalità, qualità tecnica della fotografia e del video e aderenza al tema.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X