facebook rss

“Scialla”, progetto di street art,
musica e nuovi media
per gli under 35

SOCIALE - Il progetto "Scialla! Linguaggi e Arti Giovanili" cofinanziato dalla Regione, contempla laboratori gratuiti di linguaggi artistici, contest e un incontro pubblico. Saranno realizzati anche dei videoclip dei pezzi musicali composti e dell'intera esperienza, che mira a insegnare linguaggi e saperi pratici ai ragazzi dai 16 ai 35 anni. Iscrizioni aperte fino al 18 giugno
Print Friendly, PDF & Email

“Scialla”, il progetto per i ragazzi dai 16 ai 35 anni, cofinanziato dalla Regione Marche con L’ambito sociale 10 è gestito dalle associazioni Microclima, Fabricamenti, Agesci ed è pensato dai suoi protagonisti, giovani che si rivolgono ai giovani per parlare il loro linguaggio.
“Scialla”, termine usato principalmente dai giovani, nel senso di “stai allegro”, nasce per dare voce ai nostri “giovani e meno giovani”, alle loro emozioni, passioni, talenti nell’impresa culturale. Il progetto nasce per promuovere e sostenere percorsi di autonomia e corsi organizzati da specialisti nel settore artistico e culturale per creare gruppi non formali e dare vita a una reale occasione di partecipazione attiva alla vita culturale del territorio. E’ sato presentato oggi in Sala Giunta da Lamberto Pellegrini dell’Ambito 10, Simona Lupini assessore ai Servizi sociali, dall’assessore al Lavoro Barbara Pagnoncelli, dall’assessore alla Cultura di Sassoferrato Loerena Varani, dalla responsabile del progetto della coop. Mosaico, Melissa Santolini, Gabriele Guglielmi dell’associazione Fabricamenti, Antonio Casagrande dell’associazione Microclima, Vincenzo Maccari del Gruppo Scout 2. Il progetto contempla tre ambiti e tre rispettivi laboratori: multimediale, musicale di Street Art. I primi due laboratori da svolgersi al CAG di Fabriano, il terzo nella sede dell’Associazione Gruppo Scout Fabriano 2 nel complesso di Santa Caterina, le cui mura ospitano un bellissimo murale che sarà rinnovato.

Per l’assessore Lupini “un progtto che parla dal linguaggio dei giovani”, per l’assessore Pagnoncelli “un’azione importante in questa zona con tasso di fuga dei giovani molto alto”. Melissa Santolini che gestisce progetto con la cooperativa Mosaico: “Teniamo a sottolinaere che sono gli stessi ragazzi che tramutano le proprie passioni in azioni trasversali; si svolgeranno infatti dei contest di musica e street art, con un reportage dell’esperienza realizzato da loro”. “Il laboratorio multimediale darà ai ragazzi le nozioni di base del linguaggio multimediale – spiega Gabriele Guglielmi di Fabricamenti – progettazione, realizzazione dei contenuti e diffusione di video su piattaforme crossmediali, l’etica del linguaggio multimediale e le nozioni d diritto d’autore; non nozioni specialistiche ma soprattutto incrociate con la socializzazione e il dialogo tra diversità, che sono alcuni degli obiettivi della nostra associazione culturale”. “Il laboratorio Musicale – spiega Antonio Casagrande di Microclima, che gestisce il Cag di Fabriano – vuole dare la possibilità ai giovani interessati alla musica e ai diversi stili contemporanei di apprendere le conoscenze di base ed i concetti fondamentali di ritmo, armonia e song-writing e poi decideremo se virare il corso verso il genere Rap/Hip-Hop o verso il Rock”. Infine il laboratorio Street Art, spiega Vincenzo Maccari, parte dall’intenzione di ripristinare il murales presente nella sede scout del gruppo Agesci Fabriano 2, nel complesso di Santa Caterina a Fabriano. Ci ha spinti a partecipare la voglia di allargarci ai giovani che non fanno parte dell’Agesci, oltre al fatto che di solito insegniamo ai ragazzi a creare con le mani, ed è quello che faremo”. Gli srtisti in erba saranno coadiuvati dalgi artisti dell’associazione InArte e dal professor Massimo Melchiorri, insengante d’arte e autore di e murales a fabriano, Cacciano e Cerreto d’Esi.

A partire dal 1 giugno 2018 fino al 18 giugno 2018, saranno aperte le iscrizioni per partecipare ai laboratori sopracitati, presso il C.A.G. Fuori Le Mura di Fabriano, ubicato in via De Gasperi n.8. Il progetto è aperto a tutti i giovani dai 16 ai 35 anni ed è rivolto anche a tutte le persone che hanno interesse ad avvicinarsi al mondo dell’arte in ogni sua manifestazione. Al termine del percorso progettuale e del contest, verrà organizzato un incontro pubblico di restituzione del progetto, aperto alla cittadinanza dei comuni dell’ATS 10, ai portatori d’interesse , ai collaboratori del progetto ,ai giovani coinvolti e non. Il convegno sarà gestito anche e soprattutto dai giovani coinvolti e prevederà la descrizione del progetto ,una relazione sui linguaggi giovanili , materiale video-audio che descriva le azioni e il contest finale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X