facebook rss

Mastrovincenzo a Roma
per la Festa della Repubblica

CELEBRAZIONI - Stamattina nella capitale il presidente del Consiglio regionale ha partecipato in rappresentanza della Regione Marche e con i vertici dello Stato alla cerimonia ufficiale
Print Friendly, PDF & Email

Il presidente regionale Antonio Mastrovincenzo stringe la mano al capo dello Stato Sergio Mattarella

Dal Presidente del Consiglio regionale l’invito ad un impegno costante per la costruzione di una società che abbia la capacità di accogliere ed includere, di garantire giustizia sociale e lavoro, di offrire pari opportunità, di valorizzare competenze e meriti. Richiamo alla coesione per la rinascita e la crescita delle Marchep “Settantadue anni fa, attraverso la scelta della Repubblica, gli italiani decisero di riconoscere dignità ad ogni persona, di combattere ingiustizie e discriminazioni. Un messaggio forte, annoverato nella nostra Costituzione, che dobbiamo continuare a difendere anche nei momenti di massima difficoltà e che deve essere punto di riferimento ineludibile per le nuove generazioni”. Ne è convinto il Presidente del Consiglio, Antonio Mastrovincenzo, oggi a Roma, in rappresentanza della Regione Marche, per partecipare con i vertici dello Stato alla cerimonia ufficiale per la Festa della Repubblica.

“Con lealtà verso le istituzioni democratiche e determinazione nell’agire quotidiano – conclude il Presidente – dobbiamo portare avanti il nostro impegno per la costruzione di una società che abbia la capacità di accogliere ed includere, di garantire giustizia sociale e lavoro, di offrire pari opportunità e di valorizzare competenze e meriti. Sempre nella consapevolezza che la nostra Repubblica è un obiettivo raggiunto attraverso sofferenze e rinunce, ma anche speranze, grande coraggio e la incredibile capacità di riscatto che questo Paese ha sempre dimostrato di avere. Vogliamo guardare al futuro partendo da queste certezze e lavorando attraverso la massima coesione possibile anche per la rinascita e la crescita delle nostre Marche”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X