facebook rss

«Ho perso il mio zainetto»,
dentro c’era quasi un chilo di droga:
patteggia il pusher smemorato

ANCONA - Un anno e quattro mesi di reclusione la pena inflitta al 26enne originario arrestato dalla Polfer lo scorso aprile dopo un viaggio sul treno regionale Roma-Ancona. Il giovane era sceso a Foligno per comprare una bottiglia d'acqua, lasciando la borsa sul convoglio che aveva continuato la sua corsa. A Fabriano, il recupero dello zaino e le manette
Print Friendly, PDF & Email

Il tribunale

Era sceso dal treno fermo alla stazione di Foligno per prendere una bottiglia d’acqua al bar. Nel toranre al suo convoglio, però, il regionale era ripartito con il suo zainetto lasciato all’interno della carrozza. Aveva subito chiamato gli agenti della Polfer che, a loro volta, avevano contattato il capotreno. Zainetto ritrovato. Le parti si erano accordate per il recupero a Fabriano. Solo che ad attendere il viaggiatore in stazione non c’era solo la sua borsa, ma anche le manette. Dentro lo zaino, infatti, gli agenti avevano trovato quasi un chilo di marijuana. Per un 26enne nigeriano residente a Roma si erano spalancate le porte del carcere. Ieri mattina, difeso dall’avvocato Marina Magistrelli, il ragazzo ha patteggiato un anno e quattro mesi di reclusione. L’arresto era avvenuto lo scorso aprile. Davanti all’evidenza, aveva anche negato il possesso della droga. Le telecamere della stazione Termini, però, lo avevano inchiodato mentre saliva sul regionale Roma-Ancona proprio con lo zainetto smarrito a bordo del convoglio. Il giovane, senza precedenti, è uscito da Montacuto due settimane fa, tornando libero.

Dimentica un chilo di marijuana sul treno e chiede aiuto alla polfer: arrestato

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X