facebook rss

Donati climatizzatori
all’ospedale di Arcevia

SANITA' - La generosa donazione dei 6 condizionatori inverter è arrivata dalla Sezione cittadina dell’Associazione Nazionale Carabinieri e ha permesso di migliorare il il confort di 4 stanze per la degenza degli assistiti e di 2 locali dedicati alle visite pediatriche e all’attivita’ del personale infermieristico
Print Friendly, PDF & Email

La cerimonia di consegna dei condizionatori all’ospedale di Arcevia

L’Ospedale di Arcevia ha ricevuto una generosa donazione da parte della Sezione cittadina dell’Associazione Nazionale Carabinieri, che su richiesta dei sanitari ha messo a disposizione della struttura ospedaliera, sei nuovi condizionatori inverter a pompa di calore Ariston Thermo, ciascuno dotato di telecomando, unità interna ed esterna, in grado di gestire una superficie di venticinque metri quadri. “La donazione, del valore di circa 2.400 euro, – specifica una nota stampa del Comune di Arcevia –  consentirà di aggiornare la climatizzazione caldo/freddo di sei stanze del presidio ospedaliero di Arcevia, permettendo di adeguare ai migliori standard attuali, il confort di quattro stanze riservate alla degenza degli assistiti e di altri due locali dedicati alle visite pediatriche e all’attivita’ del personale infermieristico”.

Il presidente dell’ANC Arcevia Nazzareno Badiali ha espresso la propria riconoscenza a tutti i soci ed ai simpatizzanti, ma soprattutto ai circa quaranta arceviesi non soci (ed in particolare Elia Montalbini e le famiglie Galtelli e Lametti), che autonomamente e spesso con piccoli contributi hanno permesso di realizzare questo significativo intervento. Il presidente ha voluto inoltre ringraziare il segretario ANC Fabio Giovagnoli, gia’ nel 2016 coordinatore di una precedente donazione allo stesso Ospedale, di un Elettrocardiografo Cardioline ECG 200S, dotato di software interpretativo, per l’impegno fattivo nell’organizzazione e nel reperimento delle risorse necessarie a concretizzare l’iniziativa. La piu’ sentita gratitudine infine e’ stata espressa all’ingegner Francesco Merloni, presidente Onorario di Ariston Thermo, che ha fornito un determinante contributo personale alla realizzazione del progetto, tanto piu gradito perche’ proveniente da una delle personalita’ piu’ rilevanti dei nostri territori, che oltre a segnare un’epoca di successi per l’imprenditoria marchigiana, negli anni si è reso protagonista di grandi iniziative culturali e di innumerevoli liberalita’ a supporto del settore sanitario e socio-assistenziale.

“Il presidente Badiali, nel ricordate la grande qualita’ e la rilevanza irrinunciabile dei servizi offerti dall’Ospedale di Arcevia a tutta la cittadinanza, – prosegue il comunicato – ha espresso rinnovato apprezzamento sia per le grandi professionalita’ che, seppure da poco in pensione, hanno reso possibile il raggiungimento di un elevato livello di eccellenza, come il dott. Gianfranco Spaccia, il dott. Giovanni Gara, il decano dei medici arceviesi dott. Pierteodorico Fattori, sia per gli altrettanto ottimi colleghi che continuano ad animare la struttura con continuita’ e dedizione, come il dott. Massimo Mariani, il dott. Stefano Morelli, il dott. Francesco Spini, la caposala Katia Belardinelli, Serenella Rugini, le infermiere del servizio ADP Daniela Borra e Giuliana Rossini e tutto il personale in servizio. Anche il sindaco di Arcevia prof. Andrea Bomprezzi ha ringraziato la locale Sezione ANC per l’ennesimo atto di prodigalita’ in favore dell’Ospedale cittadino, che con l’installazione dei sei nuovi condizionatori, sara’ in grado di migliorare la permanenza agli assistiti. Il Sindaco ha ricordato che l’Ospedale di Arcevia e’ un modello e un’eccellenza regionale e tale deve rimanere. Per questo ha riaffermato il suo impegno a difendere i servizi essenziali che eroga, dalla “Postazione 118” alle “Specialistiche”, e a chiederne se possibile un potenziamento”.

L’ospedale di Arcevia

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X