facebook rss

Abbandonano sacchi di rifiuti
in campagna, scattano le denunce:
«Pensavamo fosse regolare»

CAMERANO - A finire nei guai tre cittadini di origine romena, identificati dopo un'indagine lampo dei carabinieri coadiuvata dalle testimonianze di alcuni cittadini. I rifiuti erano stati lasciati in via Bianca, proprio nei pressi dell'autostrada
giovedì 9 agosto 2018 - Ore 19:08
Print Friendly, PDF & Email

Via Corraducci, dove sono stati abbandonati alcuni rifiuti nei giorni scorsi

 

Scaricano decine di sacchi di rifiuti in aperta campagna: finiscono nei guai tre romeni.  Dopo una brevissima indagine condotta dai carabinieri e grazie alla collaborazione di alcuni cittadini, è stato possibile risalire all’identità del gruppetto di stranieri. Di pari passo il Comune si è attivato per avere l’immediata rimozione dei rifiuti abbandonati in via Bianca, nei pressi dell’A14, notificando la notizia di reato in procura e ha richiesto al Comune di Osimo e Ancona la verifica dell’iscrizione a ruolo delle persone coinvolte, considerato che gli stessi risultano residenti e domiciliati in questi comuni. I trasgressori, di cui uno con precedenti penali, per motivare il loro gesto hanno asserito che pensavano fosse regolare buttare decine di buste in aperta campagna.  Diversi mesi fa, nello stesso terreno e in quelli limitrofi sono stati rinvenuti in mezzo alla vegetazione sacchetti contenenti rifiuti indivisi e buste nere piene di rifiuti di qualsiasi tipo: divani, rottami, vetro, plastica, materassi, mobili, materiali ferrosi, inerti provenienti da demolizioni edili e gli immancabili copertoni di automezzi. Per limitare il fenomeno si era optato per la chiusura di un tratto di via con una sbarra, ma purtroppo tale precauzione non è bastata, considerato che la zona di scarico si è spostata prima della sbarra. Anche altri punti del territorio comunale sono state abbandonate buste e rifiuti di vario tipo. In questi giorni si stanno raccogliendo indizi per avviare i procedimenti a carico di chi sta disattendendo le normali regole di conferimento dei rifiuti: in alcuni casi la Polizia Locale ha fatto visita ai trasgressori direttamente presso la loro abitazione, altri sono stati convocati presso l’ufficio all’interno del Comune. In entrambi i casi si palesa la possibilità di una sanzione amministrativa.  Ecco cosa si rischia: chi abbandona o deposita rifiuti ovvero li immette nelle acque superficiali o sotterranee è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 105,00 euro a 620,00 euro; se l’abbandono di rifiuti sul suolo riguarda rifiuti non pericolosi e non ingombranti si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da 25,00 euro a 155,00 euro; per tutte le violazioni del Regolamento Comunale di Gestione dei Rifiuti Urbani, nei casi in cui non sia prevista una sanzione specifica dal D.Lgs. 152/2006 e s.m.i., nonché da altre norme statali o regionali, si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da 77,00 euro a 500,00 euro.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X