facebook rss

Notte di fuochi sul mare (Foto)
Una ragazza beve troppo: denunciata
Ritrovato un bambino

PORTO RECANATI - Tanta gente per lo spettacolo pirotecnico di mezza estate. Partenza dopo la mezzanotte per il lutto indetto dopo la tragedia di Genova. Gli interventi dei carabinieri
Print Friendly, PDF & Email

 

Porto Recanati, notte di fuochi con un pensiero alla tragedia di Genova. I fuochi sono iniziati passata mezzanotte per rispettare la giornata di lutto nazionale indetta per le 41 persone che hanno perso la vita per il crollo del ponte Morandi. I fuochi tradizionali di mezza estate a Porto Recanati, rinviati per l’allerta meteo il 15 agosto, ieri sera hanno come di consueto attirato molta gente anche dalle zone vicine. I numeri della partecipazione non sono stati ancora diffusi ma comunque inferiori rispetto agli anni scorsi. Piazza stracolma e vie del centro sempre intasate con molti che hanno scelto la spiaggia per ammirare al meglio lo spettacolo pirotecnico lanciato dalle chiatte poco distanti.

Nel corso della serata due gli interventi principali dei carabinieri della Compagnia di Civitanova, un altro c’era stato nel pomeriggio. I militari ieri notte sono intervenuti in un ristorante dove una romena di 25 anni, ubriaca, aveva cercato di allontanarsi senza pagare il conto e aveva iniziato a dare in escandescenze. I militari del locale comando sono intervenuti sul posto. La 25enne, in città per far visita ad alcuni parenti, ha iniziato a sputare e insultare i carabinieri. La giovane è stata portata in ospedale a Civitanova perché aveva un tasso alcolico molto elevato. E’ stata poi denunciata per ubriachezza molesta e resistenza a pubblico ufficiale. Durante i fuochi i carabinieri hanno soccorso un bambino portorecanatese di 4 anni che si era allontanato dal padre. Il genitore, non riuscendo più a trovarlo ha chiesto aiuto. Ieri pomeriggio ai militari della stazione di Porto Recanati è arrivata la segnalazione di un passante che aveva notato qualcosa di sospetto sotto ad un cespuglio. I carabinieri sono andati a controllare e hanno trovato, lungo la pista pedonale che collega la statale 16 con viale Europa, un fucile calibro 12, perfettamente funzionante e in buone condizioni. L’arma era conservata all’interno di una custodia. E’ possibile che il fucile sia stato rubato. Gli accertamenti sono in corso. I carabinieri della Compagnia di Civitanova in questi giorni sono impegnati in controlli che sono stati intensificati vista la presenta dei tanti turisti che hanno scelto la costa Maceratese per trascorrere le vacanze.  

(foto di Federico De Marco)

(redazione CM)

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X